ATTIVITA’ FORMATIVA


È nella natura di un corso dottorale che la maggior parte della formazione passi attraverso l’esperienza di ricerca che il dottorando realizza nel corso del triennio. Tale formazione si avvale del rapporto con il tutor di riferimento e con l’insieme del collegio dei docenti; si compie nel confronto con letteratura, i dati, i problemi metodologici connessi all’oggetto dell’indagine; si arricchisce attraverso i convegni cui il dottorando partecipa, le sue missioni all’estero, il confronto con ambienti di studiosi di altre sedi.
Ma il Dottorato offre anche attività formative specifiche. Queste si sostanziano in attività incluse nel primo anno e in seminari di approfondimento offerti negli anni successivi.
Per quanto riguarda il primo anno, l'offerta formativa di questo Dottorato si articola attualmente su quattro moduli:

Metodologia della Ricerca

Il modulo prevede un preliminare richiamo ad alcune delle questioni centrali del dibattito metodologico nelle scienze sociali e la presentazione dei diversi approcci metodologici (quantitativi e qualitativi) ed empirici (osservazione, interrogazione, esperimenti ed uso dei documenti). Particolare attenzione è riservata al disegno della ricerca e alle strategie di combinazione dei metodi con esemplificazioni proposte a partire dai progetti di tesi degli stessi dottorandi.

Cultura

Il modulo introduce e declina i fenomeni culturali attraverso una molteplicità di prospettive ed in chiave interdisciplinare, attingendo in particolare alla sociologia, alle scienze della comunicazione, alla psicologia, alla linguistica e alle discipline storiche. La parola “cultura” viene presentata analizzando sia le sue dimensioni teoriche sia le pratiche in cui essa si sostanzia.

Sviluppo

Il modulo è finalizzato alla conoscenza delle principali teorizzazioni sul concetto di sviluppo, messe a confronto con l’analisi delle dinamiche storiche e attuali di trasformazione sociale su scala globale. Il modulo si articola in seminari in cui vengono presentate e discusse via via le prospettive proposte dall’analisi economica, sociologica e storica.

Politica

Il modulo copre una gamma di tematiche di studio della scienza politica e del diritto pubblico, e in particolare il governo locale, i partiti, i regimi politici. Questi temi vengono affrontati ricorrendo a parole-chiave di stretta attualità, come quelle di crisi, digitalizzazione, federalismo o governance, al fine di mostrare come l’analisi empirica e la riflessione teorica possano fornire strumenti rigorosi per la comprensione delle fenomenologie contemporanee del potere.
Per quanto riguarda gli anni successivi, il Dottorato offre anno ventagli differenti di seminari di approfondimento, proposti dai docenti del collegio e organizzati dai laboratori a cui i dottorandi afferiscono.
Intrecciate con tali attività, si collocano le attività formative trasversali indicate nell’articolo. 4, comma 1, lett. f del D. M. n. 45 dell’8 febbraio 2013. Esse riguardano in particolare:

Linguistica

Le attività per il potenziamento delle competenze linguistiche sviluppano, nel corso del triennio, una conoscenza avanzata delle lingue italiana e inglese, orali e scritte a fini di ricerca e accademici.
Prevedono esercitazioni di lettura e sintesi di testi complessi, di stesura di saggi intesi per la pubblicazione, di formulazione di quesiti e problematiche di ricerca, di redazione di abstract e sommari per la pubblicazione di articoli e per la partecipazione a convegni. A riguardo i dottorandi possono rivolgersi con regolarità alle strutture del Centro Linguistico di Ateneo (C.L.A.).

Informatica

L’attività di formazione  mira a sviluppare le competenze informatiche utili alla ricerca scientifica e la conoscenza degli strumenti per la consultazione del materiale scientifico, per le citazioni multidisciplinari (Google Scholar, Scopus, ISI Web of Science), per l’accesso a banche dati, dei linguaggi per la stampa e la realizzazione di testi scientifici (LaTex), e delle funzioni avanzate per la creazione di presentazioni di contributi a convegni e manifestazioni scientifiche (PowerPoint, Prexi, ecc.). A riguardo i dottorandi possono avvalersi delle strutture del LABORATORIO C.A.T.I “G. Colasanti” e del LABORATORIO MULTIMEDIALE del Dipartimento Di Scienze Politiche e Sociali.

Gestione della ricerca, della conoscenza dei sistemi di ricerca e dei sistemi di finanziamento

I dottorandi sono coinvolti nelle attività di gestione della ricerca al fine di acquisire la conoscenza dei sistemi di ricerca europei ed internazionali. Particolare attenzione viene rivolta ai processi di supporto alla ricerca e al reperimento di fonti di finanziamento provenienti da enti o istituzioni nazionali ed internazionali, nonché alla raccolta dei dati sulle attività di ricerca finalizzata allo sviluppo di azioni di partenariato. Per tutto ciò i dottorandi possono avvalersi del supporto fornito dal LIAISON OFFICE, l’Ufficio di Trasferimento Tecnologico che valorizza le conoscenze e le competenze sviluppate nell’Ateneo favorendo la creazione d’impresa e l’interazione con il tessuto socio-economico del territorio.

Valorizzazione dei risultati della ricerca e della proprietà intellettuale

Il Dottorato favorisce la valorizzazione delle ricerche di dottorandi e dottori di ricerca attraverso pubblicazioni nazionali e internazionali, reti e conferenze di ricerca, spin-off e start up, come pure l'allargamento delle competenze e conoscenze attraverso interazioni e consulenze in progetti di studio, analisi e innovazione nazionali ed internazionali. Anche per questo i dottorandi possono avvalersi del supporto fornito da LIAISON OFFICE.