domenica 20 ottobre 2019
           
          Studente
          Docente
          Personale
          Enti/Aziende
Didattica Ricerca Ateneo Campus  
  Home > Strutture > Dipartimenti > DIMEG > Didattica > Corsi di studio > Laurea Ingegneria Meccanica

Dipartimento di Ingegneria Meccanica, Energetica e Gestionale - DIMEG

Home

English version   English Version

Dipartimento
Presentazione
Organi Dipartimento
Verbali
Eventi
Sulla Stampa

Didattica
Corsi di Studio
Inglese
Stage/Tirocini
Tutoraggio
Sedute di Laurea
Dottorato
TFA
iCampus

Studenti
Segreterie Studenti
Esami di stato
Modulistica
Orientamento
Studenti Disabili
Biblioteca
Offerte di lavoro

Personale
Professori Ordinari
Professori Associati
Ricercatori
Personale Tecnico/Amministrativo
Professori a contratto
Professori Emeriti
Assegnisti
Dottorandi
Collaboratori

Ricerca
Aree di Ricerca
Laboratori
Progetti di ricerca
Trasferimento Tecnologico

Documenti
Bandi
Modulistica

AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE

Area riservata

MyDIMEG

 

 

Consultazione delle organizzazioni rappresentative della produzione e delle professioni

 

Questionario

 

Ridefinizione del
Corso di Laurea Triennale in Ingegneria Meccanica

 

 

 

INTRODUZIONE

Il Consiglio di Corso di Studi in Ingegneria Meccanica sta riprogettando l’offerta didattica per cercare di rispondere al meglio alle continue evoluzioni del mercato del lavoro. Per questo motivo gradiremmo sottoporle un documento che descrive sinteticamente come intende riprogettare il Corso di Laurea Triennale in Ingegneria Meccanica. Il Consiglio le sarebbe pertanto grato se, a valle della lettura del documento, potesse rispondere alle domande riportate di seguito in modo da poter raccogliere il suo parere.

ORGANIZZAZIONE E OBIETTIVI FORMATIVI SPECIFICI DEL CORSO

Il Corso di Laurea Triennale in Ingegneria Meccanica intende formare un ingegnere in grado di svolgere mansioni notevolmente diversificate, mediante un'offerta didattica atta a garantire una solida preparazione di base, scientifica e tecnico-applicativa, tale anche da consentire un agevole approfondimento di conoscenze necessarie per lo svolgimento dell'attività professionale.
L'ingegnere meccanico, dovendo occuparsi:

  • della progettazione,
  • della produzione,
  • e della gestione di prodotti, processi tecnologici ed impianti industriali;

dovrà possedere un'approfondita preparazione tecnica:

  • nella costruzione delle macchine, in relazione al loro funzionamento e alla resistenza degli organi dei componenti;
  • nella trasformazione di energia nelle macchine stesse;
  •  nei materiali da impiegare nelle costruzioni;
  •  nella fluidodinamica;
  •  nelle lavorazioni necessarie;
  •  nel disegno, quale elemento indispensabile alla progettazione;
  •  nei mezzi e servizi relativi al funzionamento;
  •  nel controllo delle dimensioni e delle prestazioni.

 

Pertanto, il percorso di formazione è articolato in tre aree di apprendimento a cui si aggiunge la lingua:

  • area scientifica di base;
  • area ingegneristica di base;
  • area specifica di ingegneria meccanica.

- L'area scientifica di base comprende insegnamenti tendenti a fornire elementi conoscitivi di carattere istituzionale e strumenti metodologici ed analitici di tipo generale negli ambiti disciplinari della matematica, della chimica, della fisica e dell'informatica.
- L'area di apprendimento ingegneristica di base comprende insegnamenti indispensabili per definire i contenuti culturali e le abilità che qualificano le figure professionali operanti nel campo dell'ingegneria industriale, in particolare, tali insegnamenti afferiscono a varie aree culturali quali il disegno tecnico, ingegneria economico-gestionale, la fisica tecnica, l'elettrotecnica e le macchine elettriche, i materiali, la meccanica applicata, la meccanica dei fluidi, la sperimentazione e le misure.
- Infine, l'area di apprendimento specifica per l'ingegneria meccanica include attività formative che completano le attività di base e che contengono elementi specialistici tipici dell'ingegneria meccanica, a valenza sia metodologica sia contenutistica; in particolare tali insegnamenti riguardano gli ambiti della progettazione e costruzione di macchine, della meccanica applicata, delle macchine termiche e a fluido e delle tecnologie di produzione.
Per conseguire la Laurea in Ingegneria Meccanica lo studente deve avere acquisito 180 crediti, comprensivi di quelli relativi alla conoscenza obbligatoria della lingua inglese (3 CFU) e di quelli a scelta dello studente (12 CFU). La durata normale del Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica è di tre anni, riducibili nel caso di riconoscimento di crediti ottenuti prima dell'ammissione. I Crediti Formativi a Scelta potranno essere impegnati per un periodo formativo, presso imprese, amministrazioni pubbliche, ordini e collegi professionali convenzionate con il DIMEG o per partecipare a progetti didattici quali la Formula SAE.
I laureati in Ingegneria Meccanica possono accedere direttamente, senza debiti formativi, ai Corsi di Laurea Magistrale in Ingegneria Meccanica o Ingegneria Energetica o Ingegneria Gestionale dell’UNICAL.

Quadro delle attività formative (bozza del piano di studi tipo):


I ANNO

I SEM

ANALISI MATEMATICA 1

6

MAT/05

B1

   

CHIMICA

6

CHIM/07

B2

   

FONDAMENTI DI INFORMATICA

6

ING-INF/05

B1

   

ALGEBRA LINEARE E GEOMETRIA

6

MAT/03

B1

 

II SEM

ANALISI MATEMATICA 1

6

MAT/05

B1

   

FISICA

12

FIS/01

B2

   

ECONOMIA ED ORGANIZZAZIONE AZIENDALE

9

ING-IND/35

Al

   

CHIMICA APPLICATA

6

ING-IND/22

Al

II ANNO

I SEM

FONDAMENTI DI MECCANICA

6

ING-IND/13

Al

 

 

COMPORTAMENTO MECCANICO DEI MATERIALI

9

ING-IND/14

C2

 

 

DISEGNO DI MACCHINE

6

ING-IND/15

C2

   

ANALISI MATEMATICA 2

9

MAT/05

B1

 

II SEM

MECCANICA APPLICATA ALLE MACCHINE

9

ING-IND/13

C2

 

 

FONDAMENTI DI FLUIDODINAMICA

6

ING-IND/09

C1

 

 

FISICA TECNICA

9

ING-IND/10

C1

 

 

MODELLISTICA PER PROBLEMI DIFFERENZIALI

3

MAT/05

A

 

 

CAD

6

ING-IND/15

C2

III ANNO

I SEM

 

 

 

 

 

 

SISTEMI ELETTRICI

9

ING-IND/33

C1

 

 

MACCHINE A FLUIDO

9

ING-IND/08

C1

 

 

TECNOLOGIA MECCANICA DEI MATERIALI

9

ING-IND/16

C3

 

II SEM

       
   

TECNICHE E STRUMENTI PER LA SPERIMENTAZIONE

9

ING-IND/14

C2

 

 

ELEMENTI COSTRUTTIVI DELLE MACCH.

9

ING-IND/14

C2

   

CREDITI A SCELTA

12

 

S

 

 

PROVA FINALE

3

 

 

Il Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica dell’UNICAL attualmente prevede due curriculum che si differenziano per 39 CFU:

  • l'orientamento formativo o metodologico, che intende formare un ingegnere con una preparazione più ampia nelle discipline matematiche di base e in quelle affini o integrative, che consente ai laureati di accedere direttamente, senza debiti formativi, alla Laurea Magistrale in Ingegneria Meccanica o in Ingegneria Energetica;
  • l'orientamento professionalizzante rivolto agli allievi che, conseguita la Laurea, vogliano inserirsi subito nel mondo del lavoro.

L'orientamento professionalizzante ha lo scopo di preparare un ingegnere che, attraverso lo studio di metodologie di progettazione sia sperimentali che numeriche, l'approfondimento delle conoscenze nel campo dei materiali, delle tecniche di modellazione geometrica, dei sistemi più avanzati di lavorazione meccanica, sia in grado di affrontare le diverse fasi del progetto di componenti ed impianti industriali ed i vari problemi connessi alla gestione dei sistemi di produzione. Inoltre, ha lo scopo di preparare un ingegnere meccanico che possieda adeguate competenze nel campo della produzione, conservazione, ottimizzazione e gestione dell'energia, con particolare riguardo alla progettazione e gestione di sistemi energetici sia tradizionali che innovativi. Per completare la formazione degli ingegneri dell'orientamento professionalizzante è previsto un periodo formativo, fino ad un massimo di 20 CFU, presso imprese, amministrazioni pubbliche, ordini e collegi professionali sulla base di apposite convenzioni.
E’ un dato di fatto che gli studenti che scelgono il percorso professionalizzante rappresentano una piccola percentuale del totale, ciò nonostante, difficilmente riescono a fare tirocini presso aziende specializzate del settore e una volta laureati difficilmente trovano occupazione. Molti di loro preferiscono continuare gli studi dopo laureati.
Il Corso di Laurea sta avviandosi alla chiusura di tale percorso optando per il percorso unico sopra descritto.

 

 

 

Sbocchi occupazionali e professionali previsti per i laureati

Il profilo professionale che si intende formare:

1. Addetto al Settore Progettazione di Prodotto

Funzione in un contesto di lavoro:

Collabora con il personale di qualifica più elevata in strutture impegnate nella modellazione e della progettazione esecutiva di componenti, macchine e impianti di produzione relativi ad articoli o prodotti commerciali di media complessità.

Competenze associate alla funzione:

Capacità di rappresentare manufatti e prodotti industriali attraverso disegni di particolari e assiemi meccanici, anche utilizzando software dedicati. Conoscenza dei materiali e del loro comportamento e dei principali processi industriali per i materiali metallici. Capacità di analisi dei meccanismi e conoscenze sul calcolo delle azioni di inerzia in questi prodotte negli stessi come conseguenza del moto. Competenze sui metodi fondamentali per la progettazione e la verifica degli elementi costruttivi delle macchine, nonché sulla progettazione delle macchine, dei sistemi elettromeccanici e degli impianti industriali.

Il profilo professionale che si intende formare:

2. Addetto al Settore delle Macchine a Fluido e Conversione di Energia

Funzione in un contesto di lavoro:

Può collaborare nell'ambito di team impegnati nella progettazione di macchine a fluido: nell’analisi sia del loro comportamento funzionale che del loro impiego nei sistemi di conversione energetica. Può eseguire, inoltre, in collaborazione con il personale di qualifica più elevata, il collaudo e la valutazione dell'impatto ambientale di motori a combustione interna, di sistemi di propulsione e di sistemi di conversione energetica.

Competenze associate alla funzione:

Competenze di tipo termofluidodinamico finalizzate al settore degli sistemi energetici e dei loro componenti; conoscenza dei sistemi energetici a fluido, sia motori che operatori, per la conversione dell’energia primaria in energia meccanica/elettrica o viceversa; conoscenza delle principali tipologie di macchine a fluido che sovrintendono al processo di conversione di energia in lavoro meccanico o viceversa. Competenze nell’ambito dei motori e dei sistemi elettrici.

Il profilo professionale che si intende formare:

3. Addetto alla Produzione e alla Gestione degli Impianti Industriali e Meccanici

Funzione in un contesto di lavoro:

Può far parte di staff impegnati nella progettazione, realizzazione, installazione, collaudo, gestione, manutenzione e valutazione economica di impianti produttivi/industriali di media complessità. Progetta, gestisce ed ottimizza i vari processi produttivi che caratterizzano la filiera tecnologica. Collabora, inoltre, per la pianificazione ed il controllo dell'affidabilità e della qualità della produzione nell'ambito dell'industria manifatturiera e meccanica. Analizza e programma i tempi e i metodi da utilizzare per le lavorazioni. Verifica l'efficienza del personale, dei macchinari e delle strumentazioni. Nella gestione delle commesse di lavoro o dei progetti, può lavorare come assistente diretto del Project Manager potendo, a valle di esperienza acquisita sula campo, assumere direttamente il ruolo di Project Manager.

Competenze associate alla funzione:

Competenze specifiche che riguardano lo studio di fattibilità, l’analisi degli investimenti industriali, la progettazione e la realizzazione di un impianto industriale, nonché per l’organizzazione, la programmazione, la gestione e il controllo del processo produttivo. Conoscenze delle metodologie per la determinazione delle proprietà metallurgiche, meccaniche e tecnologiche delle leghe metalliche utilizzate per la realizzazione di componenti strutturali nell’industria manifatturiera, e sui loro processi e sistemi di fabbricazione primari. Conoscenze sulle prestazioni fondamentali degli strumenti di misura e sulle strumentazioni comunemente utilizzate in campo industriale

Il profilo professionale che si intende formare:

4. Addetto al Settore Ricerca e Sviluppo

Funzione in un contesto di lavoro:

Può eseguire la sperimentazione su componenti, nuovi materiali e sistemi di lavorazione. Utilizza allo scopo gli strumenti di misura convenzionali e impiega le metodologie più tradizionali per lo studio del comportamento meccanico dei materiali, della meccanica applicata alle macchine, dei processi produttivi e dell’organizzazione del posto di lavoro, definisce i protocolli e segue le operazioni di collaudo. Può collaborare, inoltre, a pianificare e gestire le varie fasi del settore ricerca e sviluppo di una piccola-media impresa manifatturiera.

Competenze associate alla funzione:

Conoscenza delle principali metodologie sperimentali per la caratterizzazione meccanica, metallurgica, e tecnologica dei materiali. Competenze sulle tecniche e sugli strumenti per la misura delle grandezze meccaniche. Competenze sulle metodologie numeriche più idonee per l’analisi del comportamento statico e dinamico di componenti meccanici, dei processi produttivi e dell’organizzazione del posto di lavoro. Capacità di impostare correttamente un programma di misure e di analizzarne statisticamente i risultati. Capacità di impostare correttamente le fasi di ricerca e sviluppo di una piccola-media azienda manifatturiera.




Rispondi al questionario



Per approfondimenti leggi la descrizione completa







 

 
  
UnicalOrienta : il sito degli studenti UnicalOrienta immagine interfaccia
Centro Residenziale Centro Residenziale
Area Didattica Segreterie Studenti
Sistema Bibliotecario d'Ateneo Biblioteche
Concorsi, Master, Borse di Studio Concorsi, Master, Borse di Studio
Bandi di Gara Bandi di Gara, Procedure Negoziate ed in Economia, Indagini di Mercato
Liaison Office Liaison Office
Studenti con Disabilità Studenti con Disabilit√†
Centro Sanitario Centro Sanitario
Centri Unical Centri Unical
Asilo Nido Marameo Asilo Nido Marameo
Gli RSS da www.unical.it
Fase3 - Graduatorie definitive