SPETTROMETRIA DI MASSA AL PLASMA ICP-MS (Responsabile Prof.ssa. Donatella Barca)

 

 Personale afferente: Rovella Natalia (Assegnista di Ricerca)

Attrezzature: Nel Laboratorio sono ubicati due Spettrometri di Massa al Plasma modello DRCe della Perkin Elmer, uno dei quali è associato ad un ablatore Laser - UP213 della New Wave Research. Sono inoltre presenti: un forno a microonde Modello MARS6 della CEM Tecnologies, due cappe a flusso laminare modello Hera Safe, una cappa chimica, una bilancia di precisione Sartorius. Un sistema di produzione di acqua ultrapura.

Linee di Ricerca: Nel laboratorio è possibile determinare la concentrazione di elementi in tracce (compresi i metalli pesanti) e Terre Rare di diverse tipologie di matrici. Pertantole analisicondotte laboratorio forniscono un valido supporto nelle ricerche geochimiche inerenti alla caratterizzazione di acque, suoli, rocce e materiali litoidi impiegati nell’edilizia storico-artistica.
La metodologia analitica LA-ICP-MS, poichè consente di eseguire le nalisi direttamente sul campione allo stato solido con spot micrometrici viene utilizzata in studi petrologici complessi, infatti essa offre la possibilità di ottenere informazioni della distribuzione di elementi in tracce e terre rare nei minerali, nelle inclusioni vetrose intrappolate nei minerali all’atto della loro formazione e nelle porzioni vetrose delle paste di fondo delle rocce magmatiche effusive. Le peculiarità della spettrometria di massa, ovvero alta precisone e accuratezza, abbinate alla minima distruttività (pochi milligrammi per la tecnica ICP-MS e spot micrometrici per la tecnica LA-ICP-MS), ne hanno consentito, inoltre, l’applicazione allo studio del Patrimonio Culturale sia per la conservazione, sia per l’analisi dei manufatti artistici.
Numerosi gli studi e diverse le tipologie di campioni che sono stati analizzati a fini archeometrici: reperti archeologici di ossidiana, selci, marmo, vetri artificiali, ceramiche, malte..

Localizzazione: Il Laboratorio di Spettrometria di Massa al Plasma afferisce al DiBEST, esso occupa uno spazio di circa 100 mq al piano terra del cubo 15A.