ECOLOGIA ED ECOTOSSICOLOGIA (Reponsabile Dott.ssa Luana Gallo, Dott. Lucio Lucadamo)

 

Personale afferente: Luana Gallo, Lucio Lucadamo

Attrezzature: frigorifero congelatore -20°C; frigorifero; frigotermostato VELP; armadio safety box per reagenti (acidi-basi); armadio safety box per infiammabili; stereoscopio Leica modello MZ75 con annesso monitor a colori e illuminatore Zeiss KL1500 LCD; stereoscopio prior con annesso monitor a colori e illuminatore Leica CLS150XE; microscopio ottico Axioscop Zeiss con annessa fotocamera; spettrofotometro Perkin Elmer lambda4 a doppio raggio con software di gestione Winlab; muffola; stufe da banco (20-300°C); centrifuga; microcentrifuga; bilancia analitica Sartorius; bilancia Mettler; burette digitali Kartell; bagno termostatico; pompa millipore ad aria; distillatore Intercontinental con deionizzatore Seradest; essiccatori; sistemi di filtrazione; vortex; agitatore VDRL 711D; agitatori e riscaldatori magnetici; ultraturrax (tubedrive e T25 IKA); pHmetro da banco Hanna Instruments pH212; sonde multiparametriche HI per le analisi di pH, EC, TDS, BOD; sistemi di estrazione Soxhlet; termoreattore per analisi COD; tavola luminosa; camera climatica da banco Climatic Hood810; fluorimetro Handy PEA; elettrostorditore scubla aquaculture con motore Honda; retini surber e immanicati SCUBLA per campionamento macroinvertebrati bentonici; setacci per granulometria del substrato; luxmetro; espositori per campionatori passivi dell'aria; centraline meteorologiche Vantage Vue Davis con consolle e software di gestione WeatherLink 

Linee di Ricerca: 1. Ecologia degli ambienti fluviali attraverso: lo studio delle comunità dei macroinvertebrati bentonici ed utilizzo del loro ruolo bioindicatore finalizzato alla valutazione della qualità delle acque correnti, per la definizione delle Mappe di Qualità Biologica; la valutazione degli effetti del substrato, dei regimi idrologici e delle risorse trofiche sulla ricchezza tassonomica e sulla evenness delle comunità macrobentoniche; il monitoraggio dei principali macrodescrittori chimici finalizzato alla identificazione del tipo di disturbo antropico. 2. Studio della qualità dell'aria attraverso l'utilizzo dei licheni epifiti quali organismi biomonitor finalizzato alla valutazione dei livelli atmosferici di contaminanti di origine antropogenica e geogenica; analisi, in distretti urbano-industriali ed agricoli, della variazione spaziale di metalli pesanti ed idrocarburici pilicicli aromatici, e determinazione dei fenomeni di drift da pesticidi. Uso di parametri anemometrici per la tracciatura dell'effetto di sorgenti antropiche sui processi di contaminazione atmosferica a mezzo analisi di correlazione non parametrica; valutazione di biomarker ecofisiologici in talli di licheni epifiti quali indicatori di condizioni di stress ; allestimento di test di clastogenicità finalizzati al monitoraggio ambientale. Misurazione della concentrazione atmosferica di inquinanti gassosi (NOx, O3, NH3, SO2) mediante campionatori passivi.

Localizzazione: Cubo 6b, piano terra