BIOLOGIA VEGETALE (Responsabile Prof.ssa Adriana Chiappetta)

 

 

CITOFISIOLOGIA E BIOTECNOLOGIE VEGETALI (Responsabile Prof.ssa Adriana Chiappetta)

 

Personale afferenteAdriana Chiappetta, Radiana Cozza, Leonardo Bruno, Antonella Muto (Assegnista), Michele Ferrari, Marco Minervino

Attrezzature: n° 2 Sequenziatori di acidi nucleici; n°1 microscopio laser confocale spettrale rovesciato; n° 1 Microscopio laser confocale spettrale diritto; n° 4 microscopi ottici; n° 2 stereo-microscopi n°1 microscopio diritto a luce trasmessa e a fluorescenza; n°1 microscopio rovesciato a luce trasmessa e a fluorescenza; n° 2 termociclatori; n° 1 termociclatore a gradiente di temperatura ; n° 1 termociclatore per amplificazione quantitativa in tempo reale; n°1 Spettrofotometro Nanodrop; n° 1 Fluorimetro Qubit; n° 1 Bioanalizzatore per elettroforesi; n°1 Centrifuga refrigerata per eppendorf da 1,5 - 2 ml; n°1 Centrifuga refrigerata per eppendorf e per falcon da 15-50 ml; n°1 Incubatore termostatato con regolazione automatico della temperatura (4°C-40°C); n°2 Camera per la crescita delle piante in ambiente controllato ; n° 3 Congelatori -20°C; n° 1 Congelatore -80°C; n° 3 frigoriferi; n°1 Vibrotomoi; n° 2 Microtomi; n°2 cappe sterili a flusso laminare; n° 4 cappe chimiche; n°1 sistema di distillazione d’acqua; n° 2 autoclavi; n° 3 bagni termostatati; n°2sistemi per elettroforesi; n°1 sistema di acquisizione immagine digitale.

Linee di Ricerca: L'attività di ricerca della sezione di "Citofisiologia e Biotecnologie Vegetali  " è incentrata su: Elaborazione e sviluppo di moduli di conoscenza sulla biologia dello sviluppo delle piante, attraverso analisi citofisiologiche e molecolari( trascrittomiche, epigenomica), a supporto dei processi decisionali in ambito ecologico-ambientale e agronomico. Elaborazione e sviluppo di moduli di conoscenza sulla risposta adattativa delle piante al global change, attraverso analisi citofisiologiche e molecolar ( trascrittomiche), a supporto dei processi decisionali in ambito ecologico-ambientale e agronomico. Modelli e metodi di biomonitoraggio, su basi citofisiologiche e molecolari, per la tutela e gestione della biodiversità. Modelli e metodi di biomonitoraggio per un early warning di condizioni di ecotossicità. Elaborazione e sviluppo di processi biotecnologici innovativi correlati allla sostenibilità ambientale ( fito-rimedio; uso biomasse vegetale per energia alternativa o estrazione di prodotti di interesse) a supporto di processi industriali. Individuazione marcatori molecolari per la tracciabilità dei prodotti alimentari.

Localizzazione: Cubo 6b 4°e 5° piano

  

 

BIOSISTEMATICA VEGETALE (Responsabile Prof. Giuseppe Pellegrino)

 

Personale afferenteGiuseppe Pellegrino, Anna Maria Palermo

Attrezzature: numero 4 termociclatori; numero 3 centrifughe da banco refrigerate; sistema di distillazione d’acqua, cella climatica; numero 4 sistemi di elettroforesi; numero 3 alimentatori; un sistema di acquisizione immagine; spettrofotometro; microscopio ottico; stereomicroscopio; cappa sterile a flusso laminare; numero 3 cappe ad aspirazione; bagno termostatato

Linee di Ricerca:  L'attività di ricerca della sottosezione di "Biosistematica Vegetale" è incentrata sullo studio della variabilità molecolare, della biologia della riproduzione e della tutela dei beni culturali. Nel primo caso gli studi sono condotti su specie vegetali spontanee o ad interesse agrario al fine di valutarne la struttura genetica e le relazioni interspecifiche. Le ricerche sulla biologia della riproduzione prevedono esperimenti di impollinazione manuale e test di vitalità e germinabilità dei semi allo scopo di valutare il successo riproduttivo, l'esistenza di barriere riproduttive tra le entità in esame e l'esposizione al rischio di estinzione. Per quanto attiene le ricerche nell'ambito dei beni culturali, l’obiettivo è l'identificazione degli organismi biodeteriogeni su diversi materiali (legno, roccia, pergamena, etc.) per la tutela e salvaguardia del patrimonio artistico.

Localizzazione: Cubo 6b 2° piano

 

 

TASSONOMIA, CONSERVAZIONE, ED ECOLOGIA VEGETALE (Responsabile Prof.ssa Liliana Bernardo)

 

Personale afferente:  Liliana Bernardo, Domenico Gargano, Giovanni Sicoli, Nicodemo Passalacqua

Attrezzature: Un Erbario, cioè una collezione di circa 25.000 campioni d'erbario collocati in armadi modulari a tenuta stagna. Un vivaio attrezzato in Orto Botanico, con collezione di piante vive finalizzate alla ricerca. N°1 microscopio ottico a trasmissione (Axioplan2 imaging + Axiocam HRC). n°3 stereo-microscopi. n°3 sensori Datalogger Microlog SP3 per il rilevamento del potenziale idrico del suolo. n° 9 Sensori Datalogger HoboPro per rilevamento temperatura del suolo
n°1 bilancia analitica Kern ABJ120. Programma ARCVIEW per elaborazioni GIS. Programma File Maker pro per la gestione automatica dei dati della Banca dati "Flora della Calabria". n° 2 Incubatori refrigerati a controllo remoto (non ancora inventariati)

Linee di Ricerca: Sistematica e tassonomia vegetale. Ecologia riproduttiva e demografia delle piante. Biologia ed ecologia della germinazione
Biologia della conservazione delle piante. Rilevamento vegetazionale ed ecologia vegetale. Ricerche floristiche. Creazione e gestione di banche dati floristici e vegetazionali. Monitoraggio floristico e vegetazionale. Cartografia ambientale

Localizzazione: Polifunzionale, sede Orto Botanico