I TEMI DELLA RICERCA

Il DiBEST investe nella formazione di nuove generazioni di ricercatori attraverso i Dottorati di Ricerca. Gli studenti che frequentano il Dottorato svolgono periodi di formazione nei più prestigiosi centri di ricerca nazionali ed internazionali, partecipando a progetti innovativi e di frontiera.

Il DiBEST dispone di laboratori e strumentazioni all’avanguardia per la ricerca di base avanzata e per il trasferimento tecnologico, con punte di eccellenza.

Le principali attività di ricerca riguardano numerosi ambiti: biologico, biotecnologico, biomedico, bio-sicurezza ambientale, salvaguardia della biodiversità, pianificazione del territorio e dell’ambiente, prevenzione dei rischi geologici, tutela e conservazione del patrimonio culturale.

 

Biologico, biotecnologico, biomedico, bio-sicurezza ambientale

I SEGRETI DEL CERVELLO. NUOVE SOSTANZE PER LA CURA DI MALATTIE: IPERTENSIONE, MALATTIE CARDIACHE, OBESITÀ IL CONTRIBUTO DEGLI INSETTI NELLE INDAGINI GIUDIZIARIE E MEDICO-LEGALI. I METALLI PESANTI I PESCI E L’UOMO. L’IMPORTANZA DEGLI INSETTI. LO STRESS AMBIENTALE ED IL COMPORTAMENTO DEGLI ANIMALI. IL MONITORAGGIO BIOLOGICO: L’ACQUA, L'ARIA E LA SALUTE DELL’UOMO. L’INFINITAMENTE PICCOLO ATTRAVERSO LA MICROSCOPIA OTTICA ED ELETTRONICA. LE MOLECOLE DELLA VITA: FUNZIONI E DISFUNZIONI DELLE PROTEINE CHE CI METTONO IN COMUNICAZIONE CON L’ESTERNO. I SEGRETI DELLA BIOLOGIA DELL’INVECCHIAMENTO E DELLA LONGEVITÀ.

 

Biodiversità

LA BIODIVERSITÀ E IL RUOLO DELLE SPECIE PROTETTE NEGLI EQUILIBRI ECOLOGICI. BIODIVERSITÀ VEGETALE, ECOLOGIA E CONSERVAZIONE DELLE PIANTE. I CAMBIAMENTI CLIMATICI: INFLUENZA SULLA BIODIVERSITÀ VEGETALE. EVOLUZIONE DELLE PIANTE: STUDIO MEDIANTE ANALISI MOLECOLARI. RIPRODUZIONE DELLE PIANTE: L’IMPOLLINAZIONE E LE BARRIERE RIPRODUTTIVE NELLE ORCHIDEE. IL CAMBIAMENTO CLIMATICO: EFFETTI SULLA FAUNA E GLI ECOSISTEMI. ECOLOGIA E CONSERVAZIONE DI ANFIBI E RETTILI. PROTEZIONE DELLA TARTARUGA MARINA (CARETTA CARETTA) LUNGO LA COSTA IONICA DELLA CALABRIA. MONITORAGGIO DI SPECIE NIDIFICANTI E MIGRATRICI: VARIAZIONI SPAZIALI E TEMPORALI DELL’AVIFAUNA CALABRA. GLI SQUALI MEDITERRANEI. IL COMPORTAMENTO PREDATORIO DEL GRANDE SQUALO BIANCO (CARCHARODON CARCHARIAS).

 

Terra e Ambiente

TETTONICA E SEDIMENTAZIONE: RICOSTRUZIONE DI CATENE MONTUOSE E DI BACINI MARINI ED OCEANICI FOSSILI ED ATTUALI. IL MEDITERRANEO, LO STRETTO DI GIBILTERRA, LA TURCHIA, IL POLO NORD, LA CALIFORNIA, L'HIMALAYA, L'OCEANO PACIFICO E INDIANO E L'AMERICA CENTRALE. STORIA DELLA VITA SULLA TERRA: STUDIO DELLA COMPONENTE ORGANICA PRESERVATA NELLE ROCCE CARBONATICHE. IMPLICAZIONI EVOLUTIVE, BIO-MINERALOGICHE ED ASTROBIOLOGICHE. VULCANOLOGIA E GEOCHIMICA: STUDIO DEI VULCANI E DELLA LORO ATTIVITÀ. ORIGINE DEI MAGMI, MECCANISMI ERUTTIVI. GEOCHIMICA AMBIENTALE: MONITORAGGIO, TUTELA E VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE. GEO-MICROBIOLOGIA: STUDIO DI MINERALI E ROCCE ATTUALI E FOSSILI CHE SI FORMANO IN PRESENZA DI BATTERI. GEOLOGIA APPLICATA E GEOTECNICA: STUDIO DELLE PROPRIETÀ INGEGNERISTICHE DELLE ROCCE E DEI TERRENI. GESTIONE DI GEORISORSE E RISCHI NATURALI. STUDIO DELLE ROCCE SEDIMENTARIE PER LA RICOSTRUZIONE DI AMBIENTI DEPOSIZIONALI ATTUALI ED ANTICHI. ANALISI DELLE CONDIZIONI DI RISCHIO CONNESSE ALL'INSTABILITÀ DEI VERSANTI ED EROSIONE COSTIERA.

 

Tutela e conservazione del patrimonio culturale

LA CARATTERIZZAZIONE DELLE FORME DI DEGRADO CHE DANNEGGIANO I BENI CULTURALI E LA CORRELAZIONE CON L’INQUINAMENTO AMBIENTALE. TECNICHE ANALITICHE PER LA DETERMINAZIONE DELLA PROVENIENZA DEI MATERIALI NEI REPERTI ARCHEOLOGICI. I PRODOTTI PROTETTIVI PER LA SALVAGUARDIA DEL PATRIMONIO CULTURALE. CARATTERIZZAZIONE PETROGRAFICA DI MATERIALI LAPIDEI NATURALI (ROCCE) E ARTIFICIALI (MALTE, INTONACI, CERAMICHE ETC.). TECNOLOGIE PRODUTTIVE DEI MANUFATTI LAPIDEI STORICO-ARCHEOLOGICI. BIO-DETERIORAMENTO DEI BENI CULTURALI. PRODUZIONI CERAMICHE E PROVENIENZA DEI MATERIALI IMPIEGATI NELL’ANTICA POMPEI PER LA RICOSTRUZIONE DELLE ROTTE COMMERCIALI NELL’EPOCA ROMANA.