DFSSN

Dipartimento di
Farmacia e Scienze della Salute e della Nutrizione
Dipartimento di Eccellenza L. 232/2016

 

Stampa       Invia       Crea pdf       Segnala su facebook       Segnala su twitter
Descrizione del Corso di Laurea Magistrale in

Chimica e Tecnologia Farmaceutiche  

Il corso di laurea magistrale in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche persegue l'obiettivo di formare laureati che abbiano conoscenze e abilità specifiche finalizzate alla ideazione, progettazione e realizzazione del farmaco. Il progetto formativo prevede competenze precipue per lo sviluppo ed il controllo del farmaco e per la preparazione di medicinali secondo i dettati della farmacopea e commisurate anche ai nuovi servizi erogati dalle farmacie nell'ambito del Servizio Sanitario nazionale (D.Lvo 153/2009). La preparazione è adeguata affinché il laureato operi quale esperto del farmaco e dei prodotti per la salute (presidi medicochirurgici, articoli sanitari, cosmetici, dietetici, prodotti erboristici, prodotti diagnostici e chimico-clinici, ecc.), nel relativo settore industriale, e abbia preparazione teorica e pratica necessaria all'esercizio della professione di farmacista. Con il conseguimento della laurea magistrale e con il conseguimento della relativa abilitazione professionale, il laureato svolge ai sensi della direttiva 85/432/CEE la professione di farmacista ed è autorizzato almeno all'esercizio delle seguenti attività professionali previste dalle lauree specialistiche in Farmacia e Farmacia Industriale e che rientrano nel campo minimo comune coordinato da detta direttiva come di seguito riportato:
  • preparazione della forma farmaceutica dei medicinali;
  • fabbricazione e controllo dei medicinali;
  • controllo dei medicinali in laboratorio di controllo;
  • immagazzinamento, conservazione e distribuzione dei medicinali nella fase di commercio all'ingrosso;
  • preparazione, controllo, immagazzinamento e distribuzione dei medicinali nelle farmacie aperte al pubblico;
  • preparazione, controllo, immagazzinamento e distribuzione dei medicinali negli ospedali (farmacie ospedaliere);
  • diffusione di informazioni e consigli nel settore dei medicinali;
  • altre attività professionali svolte nell'unione europea nel campo del farmaco e dei prodotti per la salute, nel contesto delle molteplici interazioni con la moderna realtà sanitaria, al fine di consentire pari opportunità professionali.
Il corso di laurea magistrale in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche fornisce allo studente una ben strutturata formazione di base, inerente le discipline e le metodologie che definiscono l'ambito della produzione, della formulazione, del metabolismo e dell'analisi del farmaco e che si correla alle conoscenze e alle regolamentazioni per la distribuzione del farmaco. La realizzazione di questo obiettivo implica durante il corso di studi la proposta e l'approfondimento iniziale di discipline di base (chimiche, fisiche e matematiche) e successivamente l'acquisizione di competenze biologiche, biochimiche biomediche e farmacologiche nonché farmaceutiche e tossicologiche che concorrono tutte a realizzare la formazione complessiva del laureato. Nell'ambito di questo percorso formativo assume particolare rilievo l'aspetto inerente la produzione e lo studio del farmaco attraverso metodologie chimiche, chimico fisiche avanzate, biologiche e biomediche. I laureati nei corsi di laurea magistrale della classe devono aver acquisito:
  • la conoscenza della metodologia dell'indagine scientifica applicata in particolare alle tematiche del settore;
  • le conoscenze multidisciplinari fondamentali per la comprensione del farmaco, della sua struttura ed attività in rapporto alla loro interazione con le biomolecole a livello cellulare e sistemico, nonché per le necessarie attività di preparazione e controllo dei medicinali;
  • le conoscenze chimiche, biologiche e fisiopatologiche, integrate con quelle di farmaco-economia e quelle riguardanti le leggi nazionali e comunitarie che regolano le varie attività del settore, proprio della figura professionale che, nell'ambito dei medicinali e dei prodotti per la salute in genere, può garantire i requisiti di sicurezza, qualità ed efficacia, richiesti dalle normative dell'OMS e dalle direttive nazionali ed europee;
  • le conoscenze inerente la legislazione che norma i Centri pubblici e privati per la sperimentazione clinica dei medicinali. All'espletamento professionale del servizio farmaceutico nell'ambito del servizio sanitario nazionale;
  • le conoscenze utili per dare il supporto indispensabile all'espletamento delle attività medico-assistenziali nelle loro implicazioni farmaco-terapeutiche, nonché ad interagire con le altre professioni sanitarie;
  • una buona padronanza del metodo scientifico di indagine; 
  • essere in grado di utilizzare fluentemente, in forma scritta e orale, almeno una lingua dell'Unione Europea oltre l'italiano, con riferimento anche ai lessici disciplinari.
 

 

CTF: gli sbocchi occupazionali
 
Vista la completezza del corso, le possibilità occupazioni sono molte. Approfondendo la chimica e le tecnologie del farmaco, i laureati possono inserirsi in ambiti diversi e specializzati. Chi ha conseguito il titolo può operare tanto nelle aziende farmaceutiche quanto in quelle alimentari e cosmetiche. Come per i laureati in Farmacia, anche chi termina questo percorso di studi può diventare farmacista, dopo aver superato l’Esame di Stato ed essersi iscritto all’Albo, per lavorare in farmacie sia pubbliche che private e ospedaliere. Il laureato in CTF, successivamente al superamento dell'Esame di Stato per Chimici, può esercitare la professione di Chimico presso laboratori di analisi e ricerca e eventualmente dirigerne uno secondo le norme di legge.
Oltre a questo, un laureato in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche può lavorare nelle ASL, nelle parafarmacie e nelle erboristerie. In questi contesti, infatti, non solo si richiede una buona conoscenza del prodotto, ma spesso si ricerca anche una consulenza. Si può occupare anche della produzione, dell’analisi e del controllo dei prodotti farmaceutici o cosmetici.
Per concludere, i ruoli che vengono ricoperti maggiormente da chi consegue questa laurea sono:
  • Farmacista
  • Chimico
  • Ricercatore
  • Tecnico del controllo della qualità
  • Responsabile di fabbricazione, conservazione e distribuzione dei medicamenti
  • Produzione, analisi e controllo qualità dei prodotti cosmetici
  • Erborista
  • Industria dietetico-alimentare
Chiaramente, per gli studenti che vogliono continuare gli studi sono attivi bandi per il dottorato di ricerca, Master di II livello e Scuole di Specializzazione.

 

 


Home DFSSN  
Home CTF  
   
  • Dipartimento di Farmacia e Scienze della Salute e della Nutrizione