Arcavacata, domenica 22 marzo 2020

Giornata dell’acqua, un progetto per evitare sprechi

Il Dipartimento di Ingegneria per l’Ambiente insieme a NTT DATA Italia ha sviluppato una piattaforma e una rete di sensori per il controllo a distanza delle reti


Una rete idrica intelligente che permette al gestore di conoscere in tempo reale il funzionamento e i guasti delle condutture e ai cittadini di verificare ogni giorno quanta acqua (e di che qualità) avranno a disposizione e decidere le scadenze del pagamento delle bollette. È il progetto ideato e sviluppato dal gruppo di ricerca di Gestione Sostenibile delle Risorse Idriche del Dipartimento di Ingegneria dell’Ambiente dell’Università della Calabria, in partnership con NTT DATA Italia.
Si chiama origAMI, acronimo che sta per original Advanced Metering Infrastructure: un sistema avanzato di monitoraggio e controllo delle reti di distribuzione dell’acqua. «Attraverso il progetto, valorizzando i nostri risultati della ricerca, abbiamo sviluppato una piattaforma web integrata da modellistica idraulico-matematica per la gestione innovativa delle reti idriche urbane. È stata realizzata anche come applicazione anticipatrice dell’utilizzo del sistema di comunicazione 5G», spiega il professor Mario Maiolo, responsabile scientifico del gruppo di ricerca, professore di Costruzioni Idrauliche e docente del corso di Gestione Sostenibile delle Risorse Idriche.
La piattaforma “dialoga” con sensori IoT installati lungo le reti, che monitorano la distribuzione idrica e rilevano eventuali guasti. Dati che arrivano al gestore, ma anche agli utenti, direttamente a casa e sullo smartphone. Il primo mantiene così il controllo a distanza sulle reti, mentre i secondi, dal contatore di casa, possono controllare la quantità e la qualità dell’acqua disponibile e gestire la propria bolletta.
Il sistema è stato testato a Rende, in collaborazione con il Comune, il gestore della rete “Acque Potabili - Sistemi Idrici Integrati” e NTT DATA Italia.
Il progetto è stato anche premiato a Tokyo, come best practice, in occasione dell’annuale conferenza che il gruppo NTT organizza per condividere e valorizzare le iniziative con forte impatto etico e sociale, promosse dalle proprie società. OrigAMI è stato indicato, all’interno di tutto il gruppo NTT, tra i migliori progetti al mondo nel campo della sostenibilità ambientale, in linea con gli obiettivi indicati dall’Onu.
Il progetto ha utilizzato anche un contributo finanziario del Por Calabria Fesr-Fse 2014-2020.
 






letto 977
ultimo aggiornamento: domenica 22 marzo 2020 - 12:07