Arcavacata, lunedì 2 marzo 2020

Decreto del Governo del 1° marzo, cosa cambia all'UniCal


Il presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte ha adottato domenica 1 marzo un nuovo decreto contenente misure urgenti per il contenimento del contagio da Coronavirus. Il nuovo decreto ha efficacia fino all’8 marzo e distingue le misure adottabili sulla base delle aree geografiche d’intervento.
Per la Calabria, regione fuori dalle aree di maggiore allerta, bisogna fare riferimento alle disposizioni previste dall’articolo 4: misure applicabili sull’intero territorio nazionale. L’articolo, alle lettere f e g del primo comma, prevede «lo svolgimento a distanza, ove possibile e avuto particolare riguardo alle specifiche esigenze degli studenti con disabilità, delle attività didattiche o curriculari nelle Università e nelle Istituzioni di alta formazione artistica musicale e coreutica nelle quali non è consentita – spiega una nota del Governo – la partecipazione degli studenti alle stesse, per le esigenze connesse all’emergenza sanitaria».
L’Università della Calabria si era già mossa in una direzione analoga, con il decreto emanato dal rettore Nicola Leone giovedì 27 febbraio, a seguito della seduta straordinaria del Senato Accademico che ha discusso le misure precauzionali da adottare contro la diffusione del virus. In Calabria al momento non si è resa necessaria la chiusura di scuole, uffici pubblici e università, ma l’Unical sta predisponendo modalità di fruizione/erogazione della didattica da remoto, a beneficio degli studenti o dei docenti che dovessero trovarsi nell’impossibilità di raggiungere l’ateneo per ragioni legate all’emergenza sanitaria. Una task force è al lavoro per individuare in breve tempo le necessarie soluzioni tecnologiche di e-learning.
Il decreto rettorale dello scorso 27 febbraio prevede inoltre altre misure precauzionali. Le sedute di laurea e la discussione degli esami di dottorato vanno svolte senza pubblico esterno e trasmesse, dove possibile, via streaming. La sessione d’esami invernale è invece prorogata fino al 7 marzo, per permettere ai Dipartimenti di ultimare le prove, slittate proprio a causa dell’emergenza in corso che ha richiesto lo svolgimento in gruppi e la ricalendarizzazione. Di conseguenza, l’inizio delle lezioni del secondo semestre è rinviato al 9 marzo. Per tutte le altre misure, è possibile consultare il decreto rettorale.


(in foto: docente Unical tiene una lezione da remoto)

 






letto 310
ultimo aggiornamento: lunedì 09 marzo 2020 - 16:54