Arcavacata, lunedì 25 novembre 2019

UNICAL capofila del Progetto Nazionale di Ricerche in Antartide (PNRA 2018-2020


 

 

 

Daniela Pellegrino, ricercatrice presso il Dipartimento DiBEST (SSD BIO/09 Fisiologia) è il Coordinatore Nazionale del progetto PNRA “AntaGPS - Antarctica as a global pollution sensor: aquatic and terrestrial organisms as bio-indicators and meta-analysis of pollutant trends”.

 

La Dott. Pellegrino è una veterana delle ricerche in Antartide, dal 1996 come membro e dal 2012 come coordinatore e responsabile scientifico dell’unità operativa dell’UNICAL. Ha partecipato alla XIV, alla XVII ed alla XX spedizione Italiana in Antartide presso la base Italiana di Baia di Terranova.
AntaGPS coinvolgerà 4 unità operative (Università della Calabria come capofila, Università di Padova, Università di Bologna, Università di Camerino) e 3 partner internazionali (University of Bergen, Sonoma State University, British Antarctic Survey) che lavoreranno in modo integrato.
Fanno parte dell’unità operativa dell’Università della Calabria la Dott.ssa Elvira Brunelli (DiBEST), la Prof.ssa Donatella Barca (DiBEST), il Dott. Alberto Montesanto (DiBEST) e la Prof.ssa Sabrina Giordano (DESF).
 

 

 

 

L’Antartide è la parte più meridionale del pianeta, ma l'isolamento geografico non lo protegge dall’impatto negativo delle attività umane. Lo scopo del progetto è di rendere l'Antartide un sensore dell’inquinamento globale utilizzando i suoi organismi endemici come bioindicatori. Attraverso un approccio multilivello, AntaGPS mira a ottenere il biomonitoraggio di inquinanti tradizionali ed emergenti, la valutazione dei loro effetti e l’analisi dell’andamento della contaminazione negli ultimi decenni. Per fornire una panoramica completa degli ultimi decenni, verrà eseguita una revisione sistematica completa e una meta-analisi dei dati della letteratura. Oltre ai nuovi campioni raccolti, anche i campioni di organismi antartici, precedentemente raccolti e correttamente conservati, saranno analizzati ex-novo. Le attività di ricerca previste si inseriscono negli obiettivi dell’istituzione dell’area Marina Protetta (MPA) del Mare di Ross, Antartide.

 

 La forza del progetto risiede nel far convergere i dati provenienti da diversi e innovativi metodi di analisi ecotossicologica e nell’applicazione di metodiche statistiche avanzate. La fattibilità della proposta è garantita dalla grande competenza del team e dalla sinergia tra le unità operative nelle aree di indagine e nella disponibilità di strumentazione importante e innovativa. I risultati forniranno un quadro generale dell’inquinamento globale grazie all’approccio interdisciplinare che permetterà di ottenere importanti informazioni in grado di indirizzare le strategie di protezione degli ecosistemi Antartici e non Antartici.
 

 

 

 I progetti PNRA sono caratterizzati da una riconosciuta eccellenza scientifica nell’ambito della ricerca nazionale e internazionale.
Il Direttore del DiBEST, Prof. Passarino, esprime grande soddisfazione anche perché AntaGPS è risultato il primo tra gli 11 progetti finanziati ed è la prima volta che l’UNICAL ottiene il Coordinamento Nazionale di un progetto PNRA.






letto 162
ultimo aggiornamento: lunedì 25 novembre 2019 - 09:02