Arcavacata, domenica 1 marzo 2015

Rapporto con le Tecnologie. Relazioni e dinamiche comportamentali di adulti nell’uso di Internet


Con l’avvento delle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione, si è affermato un nuovo ambiente comunicativo in grado di modificare i processi di costruzione dell’identità e le forme della relazione sociale. In particolar modo Internet è diventato uno dei principali mezzi di comunicazione, in grado di abbattere barriere spazio-temporali e di promuovere creatività, condivisione e partecipazione. Gli sviluppi più recenti del web, e il successo del social networking, hanno generato la percezione di uno stato di connessione potenzialmente continuo (always on) in grado di modificare, al tempo stesso, la nostra posizione nella comunicazione e la relazione tra pubblico e privato.
L’utilizzo eccessivo di questi nuovi strumenti di comunicazione, a volte, può condurre a problematiche cognitive e comportamentali che possono compromettere diversi ambiti della vita: personale, sociale, relazionale e familiare, fino a provocare disturbi come l’ansia, la depressione, l’infelicità e l’isolamento sociale. L’incapacità di una persona di gestire e controllare l’uso della rete è definita con il termine Internet Addiction Disorder (IAD) ovvero il disturbo da dipendenza da Internet, questo disturbo implica il progressivo sviluppo di difficoltà nell’area relazionale (Jamison, 2000) e rappresenta un fenomeno che negli ultimi anni sta destando preoccupazione tra i ricercatori. Nonostante il disturbo non sia stato ancora considerato come una vera e propria patologia psichiatrica, gli studi finora condotti, nel definirne i sintomi, l’hanno assimilata alle tossicodipendenze dove bisogna sempre aumentare la dose per mantenere costante il livello di “piacere”.
Il Comitato Unico di Garanzia dell’Università della Calabria, da sempre attento alle problematiche sociali di dipendenti e studenti, ha deciso di avviare un’indagine conoscitiva sulla popolazione universitaria (dipendenti e studenti), allo scopo di conoscere lo stato del rapporto che i soggetti interessati intrattengono con le nuove tecnologie e l’uso o l’abuso che essi fanno di questi strumenti.
L’obiettivo è conoscere l’estensione del fenomeno della dipendenza da Internet per poter programmare l’avvio di attività di conoscenza e approfondimento ed eventualmente percorsi di supporto.

A tal proposito, nel corso delle ultime settimane, è stata avviata una fase di sensibilizzazione che ha coinvolto i singoli dipartimenti dell’Università attraverso l’invito, rivolto ai dipendenti, a partecipare ad una web survey mediante la compilazione di un questionario anonimo.
 






letto 349
ultimo aggiornamento: giovedì 11 giugno 2020 - 18:00