Arcavacata, martedì 24 giugno 2014

Formazione e democrazia per lo sviluppo del Mezzogiorno d'Italia
Referente: Prof. Giuseppe Spadafora


Teodora

PEZZANO

Associato

M-PED/01

11/D1

Mario

CALIGIURI

Straordinario

M-PED/01

11/D1

Giuseppe

SPADAFORA

Ordinario

M-PED/01

11/D1

Antonio

ARGENTINO

Associato

M-PED/03

11/D2

Rossana Adele

ROSSI

Associato confermato

M-PED/01

11/D1

Giancarlo

COSTABILE

Ricercatore

M-PED/02

11/D1

Simonetta

COSTANZO

Ricercatore

M-PED/01

11/D1

Simona

PERFETTI

Associato

M-PED/01

11/D1

Nicola

TREBISACCE

Associato

M-PED/02

11/D1

 

Il gruppo di ricerca in Formazione e democrazia per lo sviluppo del Mezzogiorno d'Italia porta avanti le sue attività muovendosi su vari piani scientifici, che mirano a studiare i processi formativi nell'ambito della famiglia, della scuola, della società civile e della società dell'informazione e della conoscenza, finalizzati all'analisi dello sviluppo culturale e civile del Mezzogiorno d'Italia. Le linee di ricerca riguardano in particolare le seguenti tematiche:
1.       lo studio dei processi democratici nella dimensione sociale e interculturale;      
2.       l’analisi dei processi storico-educativi meridionali e delle questioni educative di contrasto alle mafie;    
3.       le questioni riguardanti la comunicazione dei media e dei new media per           quanto concerne l’impatto con l’opinione pubblica;
4.       le questioni relative alle professionalità educative in ambito universitario ed extra-universitario;
5.       le questioni pedagogico-didattiche dell’organizzazione scolastica;        
6.       le questioni riguardanti le tematiche della pedagogia dell’infanzia;       
7.       le questioni del recupero educativo del disagio dei giovani,      
8.       l’educazione allo sviluppo sostenibile.
(SETTORI ERC: SH4_11; SH4_12)
 Partendo da queste premesse, il gruppo ha previsto e sviluppato nel corso del triennio una serie di obiettivi di analisi e ricerca in merito alle seguenti questioni:
 
1)      la mentalità diffusa, per chiarire in senso educativo lo sviluppo della società meridionale;
2)      i problemi storico-educativi e del contrasto alle mafie nella definizione di un protocollo scientifico di educazione alla legalità;    
3)      il ruolo delle dimensioni educative, didattiche e extra-scolastiche per avviare processi di orientamento formativo e implementazione del capitale umano;
4)      il tema dell’informazione democratica in rapporto all’opinione pubblica;    
5)      le problematiche interculturali e sociali della pedagogia in rapporto allo sviluppo sociale;
6)      la pedagogia sociale e della comunicazione per quanto riguarda i new media, il modo digitale e dei social;  
7)      il recupero educativo degli adolescenti a rischio e “difficili”;          
8)      i processi educativi dell’infanzia;   
9)      le questioni riguardanti le professioni educative;
10) i processi inclusivi scolastici per quanto concerne l’apprendimento dei B.E.S;        
11) l’educazione allo sviluppo sostenibile





letto 2208
ultimo aggiornamento: mercoledì 13 gennaio 2021 - 11:44