Arcavacata, venerdì 22 febbraio 2013

Come si accede al Tirocinio


I Tirocini Didattici Universitari (TDU) si configurano come completamento del percorso formativo e rappresentano la prima occasione per gli studenti di esercitare conoscenze, abilità e comportamenti in un contesto di lavoro. Il Dipartimento di Biologia, Ecologia e Scienze della Terra (DiBEST) promuove tali attività come momenti di alternanza tra studio teorico e apprendimento operativo anche per agevolare le scelte professionali dei propri studenti.

I Tirocini Didattici Universitari possono svolgersi presso strutture universitarie, oppure presso enti pubblici o privati, quali aziende, studi professionali, imprese e industrie, sia regionali, sia extra-regionali, con cui l'Università della Calabria o il DiBEST abbia stipulato apposita convenzione.

I TDU si svolgono sotto la supervisione di un Tutor Accademico e, se effettuati presso una struttura esterna, anche da un Tutor Aziendale, designato dal Soggetto Ospitante.

La durata è strettamente correlata al Piano di Studi previsto da ciascun Corso di Laurea, che definisce numero dei CFU e limiti temporali in funzione delle proprie esigenze didattiche.

 

COME SI ACCEDE AL TIROCINIO DIDATTICO UNIVERSITARIO

È importante progettare il proprio TDU con largo anticipo per scegliere accuratamente la sede presso cui recarsi e consegnare in tempo utile (almeno un mese) tutta la documentazione necessaria per l’avvio delle attività al responsabile PTA del proprio corso di studio.

Inoltre, è necessario essere in possesso dei seguenti requisiti:

 

Corsi di Laurea
Requisiti di accesso al TDU
Corso di Laurea in Biologia
 
 
Lo studente deve aver già acquisito almeno 100 crediti ed essere iscritto al terzo anno.
  
Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Biologiche  
Corso di Laurea Magistrale in Biologia
Lo studente deve aver già acquisito almeno 30 crediti ed essere iscritto al secondo anno.
Corso di Laurea Magistrale in Biotecnologie per la Salute
Corso di Laurea in Scienze Geologiche  
Lo studente deve aver già acquisito almeno 100 crediti ed essere iscritto al terzo anno.
Corso di Laurea Magistrale in Scienze Geologiche
Lo studente deve avere già acquisito almeno 30 CFU ed essere iscritto al primo anno.
Corso di Laurea in Scienze Naturali  
Lo studente deve aver già acquisito almeno 100 crediti ed essere iscritto al terzo anno.
Corso di Laurea Magistrale in Biodiversità e Sistemi Naturali
Lo studente deve avere già acquisito almeno 6 crediti ed essere iscritto al primo anno.
Corso di Laurea in Tecnologie per la Conservazione e il Restauro dei Beni Culturali
Lo studente deve aver già acquisito almeno 70 crediti ed essere iscritto al secondo anno.
Corso di Laurea Magistrale in Scienze e Tecnologie per la Conservazione e il Restauro dei Beni Culturali

 

Dove svolgere il tirocinio
Lo studente, una volta in possesso dei requisiti necessari, può scegliere se svolgere il tirocinio curriculare presso una sede interna o esterna all’Ateneo.
I tirocini interni sono di norma effettuati presso i laboratori di ricerca dell’Ateneo o del DiBEST adeguati per lo svolgimento di attività attinenti all’iter di studi.
L’elenco dettagliato delle strutture esterne convenzionate è consultabile al seguente link:
  
Cosa fare per attivare il tirocinio
  1. Contattare la sede prescelta (interna o esterna) e verificare la disponibilità della struttura nel periodo di interesse.
  2. Presentare la domanda, almeno tre settimane prima della data di inizio prevista, secondo  il modulo presente sul sito del Dipartimento. La compilazione della domanda on-line sostituisce la consegna della documentazione cartacea.
  3. Nel caso di tirocinio esterno occorre allegare anche la lettera di accettazione della struttura ospitante.
 
Il progetto formativo, una volta definito, è disponibile sulla piattaforma informatica sia per i tirocinanti, sia per i docenti tutor interni. Nel caso di tirocinio esterno il progetto formativo è inviato tramite PEC alla struttura ospitante.
 
Nota 1: Lo studente che intenda svolgere il tirocinio presso una nuova struttura (non presente nell’elenco dei Soggetti Ospitanti) deve contattare il responsabile PTA del CdS per fornire i riferimenti della nuova sede. Quest’ultima dovrà inviare tramite PEC la documentazione pubblicata al seguente avviso.
 
Nota 2: Per gli iscritti al Corso di Laurea Magistrale in Biologia e in Biotecnologie per la Salute il Tutor Accademico del tirocinio deve essere un docente diverso dal relatore della tesi e, conseguentemente, il laboratorio dove si svolge l'attività di tirocinio deve essere diverso da quello in cui si svolge l’attività sperimentale di tesi.
 
 Compiti del Tutor Universitario
  1. Collaborare con il Tutor Aziendale nella redazione del progetto formativo;
  2. Garantire il rispetto dei contenuti e degli obiettivi previsti dal progetto formativo;
  3. Promuovere il buon andamento del tirocinio attraverso un'azione di monitoraggio del percorso formativo;
  4. Supportare il tirocinante nella fase di stesura della relazione finale.
Compiti del Tutor Aziendale
  1. Favorire l’inserimento in azienda del tirocinante;
  2. Promuovere l’acquisizione delle competenze previste, garantendo al tirocinante la necessaria assistenza e formazione, anche avvalendosi della collaborazione di altri lavoratori e/o settori dell’azienda;
  3. Accompagnare e supervisionare il percorso formativo del tirocinante, confrontandosi periodicamente con il Tutor Universitario;
  4. Aggiornare la documentazione relativa al tirocinio (registri, schede, ecc.);
  5. Segnalare al responsabile PTA del CdS eventuali variazioni (calendario, orario, etc.);
  6. Esprimere la propria valutazione ai fini del conferimento dei Crediti Formativi Universitari.
Nota 3: Gli obiettivi formativi sono definiti dai Tutor (Aziendale e Universitario) in base all’iter formativo del tirocinante.
 
Cosa fare durante il tirocinio
  1. Svolgere le attività previste dal progetto formativo e di orientamento, seguendo le indicazioni del tutor, osservando gli orari e le regole di comportamento concordati e rispettando l’ambiente di lavoro.
  2. Rispettare le norme in materia di igiene, sicurezza e salute sui luoghi di lavoro.
  3. Mantenere la necessaria riservatezza per quanto attiene ai dati, informazioni o conoscenze in merito a processi produttivi e prodotti, acquisiti durante lo svolgimento del tirocinio.
  4. Rispettare i regolamenti interni dell’azienda/ente.
  5. Compilare il Foglio delle presenze giornaliere.
Eventuali variazioni dei dati riportati nel progetto di tirocinio dovranno essere comunicate dal tirocinante in accordo con la sede ospitante attraverso il modulo presente cliccando qui.
 
 
 Cosa fare al termine del tirocinio

- Inviare al responsabile PTA del CdS la seguente documentazione:

  1. File PDF della relazione finale sull’esperienza di tirocinio. La relazione deve essere redatta con il supporto del Tutor Accademico (se tirocinio curriculare interno) e del Tutor Aziendale (se tirocinio curriculare esterno). La relazione deve riportare le firme del tirocinante e del/dei Tutor.
  2. File PDF dell’Attestato Fine Tirocinio (contenente la valutazione del tirocinante), compilato e firmato dal Tutor Accademico e/o dal Tutor Aziendale (se tirocinio curriculare esterno).
  3. File PDF del foglio delle presenze giornaliere, firmato dal tirocinante e del/dei Tutor.

- Compilare il questionario di gradimento anonimo del tirocinio al link inviato dal responsabile PTA del CdS.

 
 
 

 

 





letto 16012
ultimo aggiornamento: domenica 28 marzo 2021 - 11:11