Rende, venerdì 17 dicembre 2021

Con il Programma NDICI-Europa Globale l’UE rafforza il sostegno ai diritti umani


L’Unione Europea ha lanciato il Programma NDICI–Europa Globale - Diritti umani e democrazia, del valore di 1,5 miliardi di euro, volto a rafforzare il sostegno alla promozione e alla protezione dei diritti umani e delle libertà fondamentali, della democrazia e dello stato di diritto e del lavoro delle organizzazioni della società civile e dei difensori dei diritti umani in tutto il mondo nel periodo 2021-2027.

Il programma promuoverà e proteggerà l'universalità dei diritti umani, rafforzerà lo stato di diritto e la responsabilità per le violazioni e gli abusi dei diritti umani e difenderà il pieno ed effettivo esercizio delle libertà fondamentali, compresa la libertà di espressione, sostenendo il giornalismo e i media indipendenti, cogliendo le opportunità e contrastando i rischi associati al digitale e alle nuove tecnologie.
NDICI–Europa Globale per il periodo 2021-2027 integrerà l'ulteriore sostegno a livello bilaterale e regionale; è lo strumento principale dell'UE per promuovere i diritti umani e la democrazia, anche affrontando l'impatto delle sfide globali, come cambiamenti climatici e degrado ambientale, tecnologie digitali pandemia COVID-19.
Il programma può sostenere attività in qualsiasi paese al di fuori dell'UE e a livello, appunto, globale. Pertanto integra altri programmi dell'UE a livello locale, nazionale e regionale.
Ha cinque priorità generali:
  1. Protezione e responsabilizzazione delle persone
  2. Costruire società resilienti, inclusive e democratiche
  3. Promuovere un sistema globale per i diritti umani e la democrazia
  4. Salvaguardare le libertà fondamentali, compreso lo sfruttamento delle opportunità e affrontare le sfide del digitale e delle nuove tecnologie
  5. Consegnare lavorando insieme.
Il programma Global Europe Diritti umani e democrazia è flessibile per quanto riguarda le procedure e sostiene le azioni della società civile indipendentemente dal consenso dei governi dei paesi partner e di altre autorità pubbliche.
 

Fonte: UE






letto 51
ultimo aggiornamento: venerdì 17 dicembre 2021 - 11:03