Rende, venerdì 1 ottobre 2021

Il MUR ha lanciato il primo bando del Fondo Italiano per la Scienza

Presentazione delle domande a partire dalle ore 12 del 26 ottobre e fino alle ore 12 del 27 dicembre 2021


Il MUR ha pubblicato la procedura competitiva per lo sviluppo delle attività di ricerca fondamentale, a valere sul Fondo Italiano per la Scienza.

Sono ammissibili i progetti di ricerca fondamentale condotti da ricercatori emergenti (Starting Grant) e da ricercatori affermati (Advanced Grant).
Per i progetti “Starting Grant”, il ricercatore principale responsabile del coordinamento deve essere all’inizio della carriera, con un titolo di dottore di ricerca conseguito da non meno di 2 anno e da non più di 10, con un potenziale di indipendenza scientifica di cui è necessario dare evidenza nelle proposte.
Per i progetti “Advanced Grant” il ricercatore principale responsabile del coordinamento deve avere un’età massima di 65 anni, deve essere scientificamente indipendente, attivo nella ricerca da un periodo superiore a 10 anni e avere un profilo che lo identifichi come leader nel settore di ricerca nel quale la proposta progettuale si colloca.
Le proposte progettuali possono riguardare tutti gli ambiti di ricerca afferenti ai macrosettori ed ai settori scientifico-disciplinari determinati dallo ERC.
Sono soggetti ammissibili i Principal Investigator (il ricercatore principale, italiano o straniero, che abbia la responsabilità di coordinare le attività di ricerca condotte nell’ambito del progetto) che abbiano scelto come Host Institution una delle Istituzioni italiane incluse nelle categorie del bando (Università, Enti pubblici di ricerca, IRCCS, Conservatori, Accademie delle Belle Arti).
La dotazione finanziaria è pari a 50 milioni di euro, di cui 20 milioni per lo schema “Starting Grant” e 30 milioni per lo schema “Advanced Grant”.
I contributi concessi dal bando sono: per lo schema Starting Grant fino a 1 milione di euro per progetto, e per lo schema Advanced Grant fino a 1 milione e mezzo per progetto.
Inoltre, il contributo in conto capitale può essere concesso fino ad un massimo del 100 per cento delle spese totali ammissibili.
 
 

Fonte: MUR






letto 242
ultimo aggiornamento: venerdì 01 ottobre 2021 - 11:05