Rende, martedì 27 luglio 2021

I nuovi corsi di laurea Unical: Ingegneria chimica

Risposte alle domande più frequenti degli studenti


 Il nuovo bando d’ammissione dell’Unical permetterà ai diplomati di scegliere tra corsi tradizionali, di nuova attivazione e corsi che sono stati rinnovati nel percorso e negli obiettivi formativi. Tra i corsi rinnovati, c’è quello in Ingegneria chimica.

Cosa si studia in questo corso?

L’ingegneria chimica è un ramo dell’Ingegneria industriale che si propone di applicare competenze di matematica, fisica, chimica, scienza dei materiali ed altre discipline tipiche dei processi di trasformazione per produrre prodotti ad alto valore aggiunto a partire dalle più disparate materie prime.

A che tipo di studente si rivolge questo corso? 

Se ti piacciono le materie scientifiche, la matematica, la fisica, la chimica e sei incuriosito dalla possibilità di inventare nuovi prodotti e gestire o progettare processi in ambito chimico, alimentare, dei materiali, farmaceutico allora questo è il corso di studi che fa per te!

Cosa c'è di innovativo nel corso di laurea?

Il corso di laurea in Ingegneria chimica affonda le sue radici nella storia di questa Università, ma propone la formazione della figura di un Ingegnere dinamico, capace di gestire e progettare processi industriali di trasformazione che siano economicamente e tecnicamente performanti, senza mai perdere di vista tematiche green ed innovazione nei prodotti e nei processi. I corsi di studio triennale e magistrale prevedono alcune specificità che si esplicano in due percorsi: percorso alimentare (che rappresenta un’innovazione rispetto al percorso tradizionale) e percorso processi.

Cosa lo differenzia dal Corso di laurea in Chimica?

Spesso queste due figure professionali lavorano in tandem. Un chimico puro studia la sintesi dei composti a livello laboratoriale. Un ingegnere chimico, invece, si occupa della progettazione e della conduzione dei processi e delle apparecchiature nella produzione su scala industriale, tenendo conto dei vincoli economici e di legge.

Come sono organizzate le lezioni?

In quasi tutti i corsi le lezioni sono articolate in parti teoriche e parti di esercitazioni numeriche. In alcuni corsi si fa uso anche di strumenti informatici per la risoluzione di problemi reali dell’industria di trasformazione. Sono previsti anche corsi di Laboratorio in cui potrai “toccare con mano” i problemi reali della professione del futuro ingegnere.

Quali sono gli sbocchi professionali dopo la laurea?

Le competenze dell’ingegnere chimico trovano applicazione in vari settori industriali: da quello chimico e petrolchimico, a quello alimentare, farmaceutico e dei materiali.  Con il conseguimento del titolo di ingegnere chimico potresti ricoprire il ruolo di manager e ingegnere di processo, dirigere il settore ricerca e sviluppo di un’azienda di trasformazione, essere a capo della gestione della sicurezza nei siti industriali e molto altro!

Vale la pena ricordare che secondo dati Istat (fonte Almalaurea) il tasso di occupazione del laureato in Ingegneria chimica ad un anno dalla laurea è pari al 91,4% ed è pari al 100% a 3 anni dal conseguimento del titolo; inoltre, la figura dell’Ingegnere chimico risulta essere quella meglio remunerata a 10 anni dalla laurea rispetto alle altre figure di Ingegnere (Osservatorio JobPricing).

Sono previste attività di tirocinio all’estero o stage presso aziende o enti italiani?

Sì, c’è la possibilità di effettuare parte del percorso formativo all’estero nell’ambito del progetto Erasmus+; inoltre, il Dipartimento Dimes presso cui il corso di studi è incardinato, ha all’attivo un albo dei soggetti industriali aderenti presso cui effettuare un tirocinio formativo aziendale. 

Come si accede al corso?

Puoi effettuare l’accesso al corso di studi in due momenti principali: in primavera, anche prima del conseguimento del diploma, superando il test Tolc-I e in estate dopo aver conseguito il diploma (anche in questo caso dovrai sostenere il Tolc-I e la graduatoria terrà conto del voto di diploma e del punteggio riportato nel test).

Il bando l’ammissione standard (attiva dal 14 luglio al 26 agosto 2021) è disponibile su unical.it/ammissione. I Tolc-I presso l’Unical si potranno svolgere, in modalità on line, nei giorni 27 e 30 agosto e 1 e 2 settembre 2021. Chi ha già sostenuto il Tolc-I potrà allegare il risultato su Esse3.

Ulteriori dettagli sono disponibili ai siti

https://www.dimes.unical.it/it/content/ammissione-lauree-triennali

https://www.dimes.unical.it/content/ingegneria-chimica

Quanti sono i posti previsti?

Possono iscriversi 100 studenti ogni anno (dei quali 70 nell’ammissione anticipata).

Che lauree magistrali offre dopo la triennale?

La naturale prosecuzione del percorso formativo triennale è il corso di Laurea magistrale in Ingegneria chimica. Entrambi i corsi di laurea sono erogati dallo stesso Dipartimento (Dimes).

A chi posso rivolgermi per avere altre indicazioni?

Prof. Vincenza Calabrò vincenza.calabro@unical.it

Prof. Domenico Gabriele domenico.gabriele@unical.it

Prof. Francesca R. Lupi francesca.lupi@unical.it

Prof. Alberto Di Renzo alberto.direnzo@unical.it

Prof. Alessio Caravella alessio.caravella@unical.it






letto 873
ultimo aggiornamento: mercoledì 28 luglio 2021 - 13:36