Rende, giovedì 8 luglio 2021

Diritto allo studio, l’Unical approva il bando: nuove misure a vantaggio degli studenti

In considerazione della pandemia i fuori sede che rinunciano all'alloggio riceveranno un aumento della quota in denaro. Tra le novità anche iniziative a tutela della maternità e voucher per pc e internet


Il Consiglio d’Amministrazione dell’Università della Calabria ha approvato, nella seduta di martedì 6 luglio, il nuovo Bando per il diritto allo studio per l’anno accademico 2021/2022. Il testo ha ottenuto il voto favorevole di tutti i consiglieri d’amministrazione, fatta eccezione per il rappresentante degli studenti della lista Rèf. Ha votato a favore, invece, il componente della rappresentanza studentesca della lista Noi.

«Abbiamo lavorato a un testo capace di garantire più servizi ai nostri studenti e di rendere più organiche le procedure – spiega il delegato al Diritto allo studio Gianpaolo Iazzolino – Il nuovo bando è il risultato di un lavoro complesso, portato avanti in sinergia con altre componenti dell’ateneo e con le rappresentanze studentesche disponibili alla collaborazione costruttiva. Diverse novità introdotte nel bando nascono proprio da alcune proposte degli studenti. Dove non è stato possibile accogliere le richieste, perché in contrasto con le funzioni e i doveri che ci derivano dalle norme, abbiamo spiegato nel merito le ragioni dell’ateneo e cercato sempre spazi di dialogo». 

Il bando introduce una serie di novità rispetto al passato. Il nuovo testo adegua alcune previsioni alla situazione di emergenza sanitaria ancora in corso e che potrebbe incidere sulla fruizione dei servizi, posticipa la scadenza per la richiesta dell’Isee-Dsu fino al termine del periodo previsto per presentare ricorsi contro le graduatorie, prevede una serie di misure a tutela della maternità. 

«Siamo anche intervenuti, in stretto accordo con il prorettore alla Didattica Francesco Scarcello, per risolvere il gap tra inizio dei corsi e accesso ai servizi del diritto allo studio per i nuovi iscritti ai corsi di laurea magistrale – aggiunge il professor Iazzolino – Grazie a una innovazione introdotta nel prossimo bando di ammissione alle lauree magistrali, che consentirà di immatricolare subito anche chi è prossimo al conseguimento della triennale, è stato possibile anticipare di un mese la scadenza per la domanda di borsa di studio e di guadagnare tempo sulle procedure».

 

Restano invariati i limiti di reddito entro cui è possibile presentare domanda: potranno partecipare al concorso tutti gli studenti con Isee-Dsu non superiore a 23.626,32 euro e un Ispe non superiore a 51.361,58 euro. La domanda dovrà essere compilata on line accedendo al Portale dei Servizi On Line del Centro Residenziale.

Di seguito, i punti principali del bando e le novità più importanti.

 

ALLOGGI ED EMERGENZA COVID – In considerazione dell’emergenza sanitaria, lo studente borsista fuori sede, che rinuncia a prendere in consegna l'alloggio, riceverà un'integrazione della quota in denaro che sarà pari, per la maggior parte, a 500 euro.

Un'integrazione della quota in denaro sarà prevista per i fuori sede anche nel caso in cui l'ateneo, a causa della pandemia, dovesse sospendere le lezioni in presenza per un periodo di almeno un mese. La quota sarà quindi assimilata in questo caso a quella dei pendolari, per il periodo di sospensione della didattica in presenza.

ALLOGGI E MENSA – Presentando richiesta motivata, gli studenti ospitati nel campus potranno continuare a usufruire del servizio alloggio e della mensa anche nei periodi di sospensione dell’attività didattica (Natale, Pasqua, agosto).

RICHIESTA ISEE – Il nuovo bando allunga le scadenze per poter richiedere l’Isee-Dsu all’Inps. Gli studenti potranno farlo anche dopo l’uscita delle graduatorie provvisorie, entro tre giorni dalla loro pubblicazione (che è il termine entro cui presentare ricorso). In questo modo chi ha dimenticato di chiedere l’Isee-Dsu, e se ne accorge visionando la graduatoria, avrà la possibilità di rimediare. 

L’Isee-Dsu rilasciato con annotazione di omissione o difformità non sarà più causa di esclusione: lo studente sarà collocato in graduatoria con riserva e dovrà regolarizzare l’Isee entro il 30 novembre. 

SCADENZE - Gli studenti già immatricolati al primo anno con l’ammissione anticipata devono presentare domanda entro le 12 del 31 luglio. Per gli studenti degli anni successivi al primo la scadenza è fissata al 25 agosto, mentre le matricole che parteciperanno alla fase di ammissione standard dovranno compilare la domanda entro il 15 settembre. La novità principale riguarda le matricole dei corsi magistrali: la scadenza è anticipata di un mese rispetto ai bandi precedenti (il termine ora è il 30 settembre), per consentire agli studenti beneficiari di accedere prima ai servizi.

TUTELA DELLA MATERNITÀ – In caso di gravidanza, il nuovo bando assicura sostegno e supporto alle studentesse ospitate nelle residenze. Negli ultimi mesi di gravidanza e nei primi dalla nascita del bambino, verrà individuato un alloggio più confortevole e idoneo alle nuove esigenze. 

PC E SIM DATI – Il nuovo bando vuole garantire a tutti gli studenti l’accesso ai mezzi informatici. Gli studenti beneficiari di borsa del primo anno potranno usufruire di un bonus di 100 euro e di un anticipo sulla borsa di studio di 500 euro per l’acquisto di un pc. Tutti gli studenti beneficiari di borsa potranno ottenere una Sim dati con modem wi-fi con 60 giga di traffico per 12 mesi al costo simbolico di 10€ per ISEE fino a 10.000€ e di 25€ per gli altri.

 






letto 4580
ultimo aggiornamento: giovedì 08 luglio 2021 - 17:01