Arcavacata, venerdì 9 aprile 2021

Covid, positivi cinque studenti ospitati nelle residenze: attivate misure di assistenza e di prevenzione

L’Unical ha garantito subito l’isolamento domiciliare ed è intervenuta per le cure necessarie. L’ateneo ricorda che è disponibile una mail per segnalare eventuali nuovi casi: farlo è un dovere morale oltre che un obbligo di legge


Nei giorni scorsi sono stati riscontrati cinque casi di positività al Coronavirus tra studenti ospitati all’interno delle residenze del campus. L’ateneo è intervenuto immediatamente per fornire la necessaria assistenza sanitaria e attivare le procedure di sicurezza, definite dalla governance. Il Centro Residenziale ha provveduto a isolare gli studenti, assegnando a ciascuno un alloggio singolo, e sta effettuando la consegna a domicilio dei pasti e dei medicinali necessari, indicati dai medici dell’Asp. È stato tempestivamente avviato anche il necessario tracciamento dei contatti.

I cinque studenti presentano tutti sintomi, più o meno lievi. In due casi è stato richiesto l’intervento del 118, contattato dal servizio di Prevenzione e di Protezione dell’Unical, e per uno studente è stato necessario un breve periodo di ricovero.

Al momento sono tutti in isolamento domiciliare nel campus, costantemente seguiti dalla referente Covid Sandra Costanzo e dalla prorettrice con delega al Centro Residenziale Patrizia Piro. Entrambe sono in contatto costante con gli studenti – anche in videocall – e con le loro famiglie e sono impegnate, insieme alle loro strutture, a garantire non solo l’assistenza sanitaria e la fornitura di tutto quanto possa servire ai ragazzi, ma anche vicinanza e sostegno morale.

I protocolli attuati hanno già garantito in passato all’ateneo di intervenire in modo tempestivo quando si sono riscontrati contagi. Da ottobre a oggi sono stati in totale 37 i casi segnalati all’interno della comunità, tra studenti e personale. In ogni circostanza, l’ateneo è intervenuto per tracciare i contatti stretti, allertarli, disporre il tampone molecolare.

Resta però necessaria la collaborazione di tutti. L’ateneo ricorda a quanti dovessero risultare positivi al Coronavirus di avvisare subito le strutture preposte, scrivendo a covidpositivi@unical.it. Per ogni altra informazione, o nel caso si abbiano dei dubbi per l’insorgenza di sintomi sospetti, è possibile contattare la referente Covid, scrivendo a referentecovid@unical.it o chiamando al numero 0984/493617.

«Non c’è nulla da temere, nulla per cui vergognarsi o sentirsi in colpa: dichiarare la propria positività al virus – dice il rettore Nicola Leone – permette all’ateneo di intervenire a tutela della salute di chi è stato contagiato e dell’intera comunità. Non è solo un invito, ma è un dovere morale, che può salvare vite umane, ed è un obbligo di legge che riguarda tutti coloro che lavorano all’interno del campus e lo frequentano: le norme relative alla sicurezza sul luogo di lavoro equiparano gli studenti ai dipendenti. Se si risulta positivi, bisogna porsi in isolamento domiciliare: chi abita nelle residenze universitarie deve segnalarlo subito all’ateneo proprio per consentire l’attivazione di tutte le procedure di sicurezza e organizzare la quarantena».

L’Unical garantisce, ovviamente, piena tutela della privacy. L’informazione resterà strettamente riservata e servirà per attivare le misure necessarie a tutela del soggetto positivo e della comunità, tracciare e allertare i contatti (senza comunicare alcun dato personale del soggetto positivo), contenere l’ulteriore trasmissione del virus.

Leggi anche:

Covid, attivata una mail dedicata per la comunicazione dei casi positivi

 






letto 2316
ultimo aggiornamento: venerdì 09 aprile 2021 - 16:08