Arcavacata, martedì 9 marzo 2021

Accordo tra Unical e Soprintendenza per nuovi interventi a tutela del Duomo di Cosenza

I ricercatori del Dipartimento di Biologia, Ecologia e Scienze della Terra condurranno una serie di analisi diagnostiche sulla facciata e su altre superfici all’interno della cattedrale, per definire un piano di recupero e conservazione


I ricercatori dell’Unical offrono ancora una volta la propria esperienza per la tutela del patrimonio artistico regionale.

Nei giorni scorsi è entrata nel vivo la fase di attuazione del protocollo di intesa stipulato tra la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio della provincia di Cosenza e il Dipartimento di Biologia, Ecologia e Scienze della Terra (DiBEST) dell’Università della Calabria, per la definizione dello stato di conservazione del Duomo di Cosenza.

L’intera facciata del Duomo e parte delle superfici pigmentate ubicate al suo interno saranno oggetto di mirate analisi diagnostiche non distruttive, condotte da un gruppo di ricerca coordinato dal professor Mauro La Russa. In particolare, la ricerca mira a definire un protocollo di intervento che riguarda il campionamento delle aree maggiormente deteriorate e l’esame dei prodotti più idonei per la loro conservazione.

Il sodalizio tra le due istituzioni è stato promosso dal Soprintendente, Fabrizio Sudano, e fortemente voluto dall’Area educazione e ricerca e dai responsabili Francesco Dodaro e Nicola Ruggieri della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la provincia di Cosenza.

 

 



Galleria Fotografica




letto 665
ultimo aggiornamento: martedì 09 marzo 2021 - 13:39