Arcavacata, mercoledì 23 dicembre 2020

Medicina e Tecnologie digitali, il nuovo corso di laurea ottiene il via libera del Coruc

Il comitato di coordinamento delle università calabresi ha approvato l’innovativa proposta interateneo avanzata dall’Unical e dall’Università Magna Graecia


Il Coruc, il comitato regionale di coordinamento delle università calabresi, ha dato il via libera all’unanimità all’attivazione dell’innovativo corso di laurea magistrale a ciclo unico in Medicina e Tecnologie digitali, proposto dall’Unical e dall’Università Magna Graecia di Catanzaro.

Il corso appartiene alla classe delle lauree magistrali LM-41 (Medicina e Chirurgia) ma consente allo studente, con il superamento di pochi esami aggiuntivi, di ottenere un doppio titolo al termine del ciclo di studi di 6 anni:

·        Laurea magistrale in ‘Medicina e Chirurgia’ (LM-41)

·        Laurea triennale in ‘Ingegneria informatica’ – curriculum Bioinformatico (L-8)

Si tratta di un percorso formativo unico nel Sud d’Italia e che, rispetto alle altre poche esperienze simili presenti nel Paese, si caratterizza per la Bioinformatica e soprattutto per il focus su Intelligenza artificiale e Data science.

L’obiettivo è quello di formare i medici del futuro: professionisti che, alla preparazione in campo sanitario, uniranno forti competenze in Intelligenza artificiale, Robotica, Data science, Ingegneria bioinformatica, Data mining. Si tratta di settori che stanno conquistando un ruolo sempre più importante in medicina, con applicazioni che riguardano la prevenzione, la diagnostica, la chirurgia e l’oncologia di precisione, la riabilitazione, lo sviluppo di farmaci e di terapie personalizzate, ma anche la gestione delle emergenze e la programmazione.

IL PIANO DI STUDI

I due corsi di laurea di base – ‘Medicina e Chirurgia’ e ‘Ingegneria informatica’ – hanno già ordinamenti ministeriali che consentono di prevedere discipline comuni. Nel piano di studi del nuovo corso di laurea proposto da Unical e ‘Magna Graecia’, quindi, il programma dell’indirizzo Bioinformatica della laurea triennale in Ingegneria Informatica è parte integrante del percorso formativo complessivo, fatta eccezione per 5 insegnamenti (27 crediti formativi totali) che diventano aggiuntivi rispetto al tradizionale curriculum medico.

Il piano di studi comprende 387 crediti formativi (CFU), così organizzati:

· 60 CFU Area di Base: lo studente acquisirà le conoscenze di base per capire la struttura e la funzione dell’organismo umano (anatomia, genetica, biologia) e comprendere le tecnologie su cui si fondano le applicazioni biomediche e bioinformatiche in campo sanitario (chimica, fisica, matematica, informatica)

· 122 CFU Area Preclinica: lo studente si soffermerà sui processi fisiopatologici e sui meccanismi che ne sono alla base e acquisirà i principi della medicina di laboratorio e le competenze utili all’applicazione delle nuove tecnologie in campo sanitario (farmacogenomica, machine learning, elettronica, automatica e strumentazione biomedica, analisi dei segnali e delle bioimmagini)

· 110 CFU Area Clinica e delle Scienze Umane: gli studenti si avvieranno alla pratica medica clinica negli ambiti della patologia sistematica e integrata medico chirurgica, della farmacologia e tossicologia, della clinica medica e chirurgica, delle scienze neurologiche, della pediatria generale e specialistica, della ginecologia ed ostetricia, della diagnostica per immagini e della radioterapia, delle emergenze medico chirurgiche, della medicina e sanità pubblica. Acquisiranno inoltre le competenze necessarie nell’ambito delle tecnologie ingegneristiche per la moderna pratica clinica: telemedicina, imaging, data-mining etc…

·  60 CFU Tirocini Formativi: saranno effettuati nei reparti di strutture cliniche già convenzionate con l’ateneo Magna Graecia e in altre strutture qualificate che saranno convenzionate nei prossimi mesi, ma anche in laboratori informatici e centri di ricerca.

·  8 CFU Tesi di laurea: allo studente sarà richiesto lo sviluppo di un progetto, in cui utilizzerà le competenze multidisciplinari acquisite nel corso del sessennio nell’ambito di un tema a sua scelta. La tesi potrà essere realizzata anche presso strutture ospedaliere, centri di ricerca e aziende del settore biomedico e farmaceutico

· 27 CFU (5 insegnamenti) aggiuntivi per il conseguimento del doppio titolo: insegnamenti altamente professionalizzanti e orientati alla pratica medica più evoluta che impiega risultati di avanguardia dell’ingegneria informatica; tecniche di Intelligenza artificiale e Robotica, Elettronica e sensoristica.

 

LEGGI ANCHE:

L’Unical e l’Università Magna Graecia avviano l’iter per la nuova laurea in Medicina e Ingegneria

Ampio consenso per il nuovo corso in Medicina e Ingegneria proposto dall’Unical e dall’Università Magna Graecia






letto 3691
ultimo aggiornamento: mercoledì 23 dicembre 2020 - 12:50