Arcavacata, mercoledì 12 agosto 2020

Ecco la squadra di hacker etici selezionati all’Unical: parteciperà alla finale nazionale di Cyberchallenge.IT

Il progetto punta a valorizzare il talento informatico dei giovani tra i 16 e i 23 anni e formare esperti di cybersecurity


È stata selezionata la squadra di hacker etici dell’Università della Calabria che parteciperà il primo ottobre alle finali nazionali del progetto Cyberchallenge.IT. Il team è formato dai primi sei classificati nella competizione locale che si è tenuta nelle scorse settimane: Raffaele Bova di Amaroni (CZ), Matteo Grollino di Roccella Jonica (RC), Giuseppe Salerno di Longobucco (CS), Paolo Fusca di Vibo Valentia, Michele Bencardino di Belvedere Marittimo (CS) e Antonio Siciliani di Crotone.

 

Gli hacker etici sono esperti informatici che mettono a disposizione le proprie competenze per contrastare gli attacchi malevoli sul web e rendere la rete più sicura.

 

CyberChallenge.IT è un progetto del Laboratorio Nazionale di CyberSecurity del CINI (Consorzio Interuniversitario Nazionale per l’Informatica) che punta a scoprire e valorizzare il talento “cyber” nascosto in giovani fra 16 e 23 anni che studiano sul territorio italiano.

 

L’edizione 2020 di CyberChallenge.IT interessa 26 sedi universitarie e vede anche quest’anno protagonista l’Università della Calabria attraverso il laboratorio di CyberSecurity del Dipartimento DIMES (Dipartimento di Ingegneria informatica, modellistica, elettronica e sistemistica). Venti giovani studenti calabresi hanno partecipato al percorso di formazione, svoltosi presso la sede dell’Università della Calabria, che è stato curato da tre brillanti dottori di ricerca calabresi, specializzati nel settore della sicurezza informatica, che hanno svolto il ruolo di istruttori: Michele Ianni di San Nicola dell’Alto (KR), Francesco Lupia di Lamezia Terme (CZ) e Marco Oliverio di San Giovanni in Fiore (CS). La formazione si è conclusa l’8 giugno 2020 con una competizione tra i venti partecipanti e la successiva compilazione di una classifica di merito.

 

Il passo successivo sarà l’evento conclusivo dell’edizione 2020 di CyberChallenge.IT: il primo ottobre 2020 si svolgerà la gara nazionale del terzo campionato italiano Capture The Flag (CTF) in cybersecurity. Nella gara nazionale i rappresentanti di tutti le sedi si sfideranno per salire sul podio degli hacker etici italiani e far poi parte della Squadra Nazionale di Cyberdefender che parteciperà alla European Cyber Security Challenge.

 

Gli organizzatori della sede locale, i professori Angelo Furfaro (responsabile della sede Unical), Alfredo Garro, Antonella Guzzo, Andrea Pugliese e Domenico Saccà, esprimono la loro soddisfazione per il successo dell’iniziativa e si complimentano con i sei giovani hacker etici selezionati.






letto 597
ultimo aggiornamento: mercoledì 12 agosto 2020 - 14:28