Arcavacata, martedì 11 agosto 2020

Progettare il post Covid, 27 team hanno risposto alla sfida del DIMEG

Selezionati i 10 progetti migliori: i gruppi di studenti si aggiudicano un premio da 1.500 euro e l’impegno, da parte del Dimeg, di aiutarli nella realizzazione delle idee più promettenti


Vi siete mai chiesti dove conservare la mascherina al ristorante, quando prendete posto al tavolo per cenare? Vi preoccupano le lunghe attese che vi toccherà fare per trovare un posto – sicuro e distanziato – sui mezzi pubblici? E quanti gesti quotidiani e pressoché automatici, come aprire una porta, sono diventati motivo d’ansia?

Sono alcuni dei problemi che potrebbero trovare una soluzione, grazie alle proposte avanzate dai team di studentesse e studenti Unical che hanno partecipato al programma di Open Innovation – POI Dimeg – lanciato dal Dipartimento di Ingegneria meccanica, energetica e gestionale dell’Unical per coinvolgere i giovani universitari nella progettazione di soluzioni per il post Covid. 

Una sfida, lanciata in pieno lockdown, che gli iscritti dell’ateneo hanno accolto con entusiasmo, impegnandosi a trovare risposte per i nuovi bisogni generati dall’emergenza sanitaria in corso: sono ben 27 i team che hanno presentato un progetto, circa un centinaio di studentesse e studenti coinvolti. 

Tra le 27 idee proposte – e sviluppate poi con la supervisione di un docente universitario – il Dipartimento ha selezionato ora i 10 progetti più interessanti, assegnando a ciascun team un premio da 1.500 euro e assumendo l'impegno di aiutarli nella realizzazione. 

A settembre si svolgerà la premiazione ufficiale e si valuteranno le proposte da sviluppare.

Ecco, nel dettaglio, le idee selezionate:

MASK SAVER BOX – MSB: Sanificatore per mascherine che sfruttando la tecnologia UVC permetterebbe il riutilizzo delle mascherine, riducendo la necessità di trovarle sul mercato e il conseguente impatto ambientale. L’idea consiste in box sanificatori componibili in modo da creare anche gradevoli soluzioni d’arredo per diverse fasce di consumatori. 

RoDis (Robot Disinfettante): Robot intelligente che utilizza un Robotics Software System in grado di effettuare lo SLAM (Simultaneous Localization and Mapping). Il robot proposto non nebulizza il disinfettante in tutte le direzioni, come fanno i dispositivi esistenti, ma grazie a una Depth camera riesce a distribuire il disinfettante in maniera intelligente per poter raggiungere tutte le superfici e in particolare i piani di lavoro e le altre zone in cui è più probabile che ci sia il contatto con le mani.

S.M.A.R.T. – Sustainable Model Aimed to Rethink Transportation: Una piattaforma digitale che permette ai viaggiatori di selezionare ed acquistare la tratta che desiderano percorrere, in funzione della disponibilità real-time dei posti a sedere sul mezzo, evitando così assembramenti sia a bordo del veicolo che alla fermata, ma soprattutto un servizio più efficiente e moderno. 

Unical BookS – Unical Booking System: Un'app per gestire le prenotazioni degli spazi all'Unical, garantendone una fruizione che rispetti le regole vigenti di distanziamento sociale. In ogni spazio verranno individuate un numero di postazioni disponibili, opportunamente contrassegnate con un QR code e verranno previsti accessi ed uscite differenziati, con la possibilità di vedere l’occupazione in tempo reale. 

SANI-BOX: Un dispositivo estensibile che sfrutta i raggi UV-C per poter disinfettare oggetti di varia natura. Il dispositivo si presenta come un box dalle pareti laterali estensibili, create per poter adattare il prodotto ad oggetti di varia dimensione. Oltre a poter essere alimentato tramite la corrente elettrica di un qualunque impianto domestico, può essere alimentato da energia solare. 

Elby: Un prodotto pensato per facilitare l’apertura delle porte evitando l’utilizzo delle mani e quindi il contatto diretto con la maniglia. Per realizzarlo si useranno le bottigliette di plastica, per ridurne il considerevole impatto ambientale.

Helping Old People – H.O.Pe: Un robot che aiuta i degenti in terapia intensiva o i ricoverati a causa del Covid-19 (ma non solo) a mantenere i rapporti con i propri cari. H.O.Pe. trasmetterà live audio e video attraverso uno schermo LCD. Inoltre sono presenti due telecamere ed è dotato di piccole ruote per permettere lo spostamento, di microfoni e di un altoparlante. 

EatUnical: Piattaforma digitale che garantisce la fruizione dei locali mensa in sicurezza, anche post-Covid, limitando le probabilità di contagio e offrendo un servizio più innovativo, ottimizzato ed efficiente. Previsti lo scaglionamento dell’utenza in pausa pranzo con una riprogrammazione degli orari dei Dipartimenti, il potenziamento della distribuzione dei pasti da asporto e il monitoraggio della capienza e dell’affollamento real-time delle 5 mense del campus. Sarà anche definito per ogni locale mensa dell’Università della Calabria un percorso ottimo orientato che colleghi il nodo di ingresso a quello di uscita, con la possibilità di scegliere tra il servizio in sala o il take away. 

Beach Advisor: Un tripadvisor delle spiagge, ma in grado di gestire anche informazioni sulla concentrazione dei turisti nelle spiagge, insieme a quelle su servizi, bellezze naturali e quanto il turismo balneare possa offrire. Un indicatore segnalerà l'affluenza dei bagnanti. 

Depository Cleaner for Mask – DECLEAN: Contenitore-sterilizzatore per i tavoli dei locali pubblici (e non solo). Sarà a disposizione dei clienti, che potranno conservare durante il pasto la mascherina in modo sicuro e sterilizzarla.

 

Nei prossimi giorni saranno disponibili sulla pagina Facebook del Dipartimento (Dimeg Unical) le video interviste a ciascuno dei team vincitori.



Galleria Fotografica




letto 1450
ultimo aggiornamento: giovedì 20 agosto 2020 - 15:31