Arcavacata, martedì 30 giugno 2020

Da Solar Orbiter a Voyage: quando la ricerca Unical va nello spazio

Il professor Francesco Valentini racconta i progetti e le missioni spaziali che vedono impegnato il gruppo di Astrofisica, Geofisica e Plasmi del Dipartimento di Fisica


L’Asi, l’Agenzia spaziale italiana, ha promosso per il 30 giugno la prima Giornata della ricerca accademica spaziale.

Anche l’Unical è impegnata da tempo in programmi di ricerca spaziale e in attività di supporto alle missioni. Negli ultimi anni, i componenti del gruppo di ricerca di Astrofisica, Geofisica e Plasmi del Dipartimento di Fisica sono stati impegnati nelle fasi di definizione e progettazione della missione Solar Orbiter dell’Esa – l’Agenzia spaziale europea – lanciata da Cape Canaveral nel febbraio scorso e al momento in viaggio verso il Sole. Il gruppo è impegnato anche in un importante progetto europeo, finanziato nell’ambito del programma Horizon 2020 dell’Unione Europea, denominato Aida, in cui si propone l’utilizzo di tecniche di intelligenza artificiale per il trattamento e l’analisi dell’enorme mole di dati provenienti dalle missioni spaziali, per semplificare e rendere più efficiente l’utilizzo degli enormi database in cui questi dati vengono conservati.

Il professor Francesco Valentini, docente di Fisica della Materia, è inoltre membro dei topical team dell’Agenzia Spaziale Europea che stanno lavorando sulla definizione del nuovo programma di esplorazione spaziale europeo, denominato Voyage 2050.

Nel video il professor Valentini racconta l’impegno dei fisici Unical nella ricerca spaziale.

Dalle 10 è invece possibile seguire l’evento on line dedicato alla Ricerca Accademica Spaziale e organizzato dall’Asi.

Link per accedere all’evento dell’Agenzia Spaziale Italiana

Facebook    YouTube   AsiTv

 






letto 3107
ultimo aggiornamento: martedì 30 giugno 2020 - 09:41