Erasmus+ per insegnare e formarsi all'estero
 

 

Il Programma Erasmus+ permette ai docenti (professori associati, professori ordinari, ricercatori, docenti a contratto)1 di svolgere un periodo d’insegnamento  in un Istituto di Istruzione Superiore e allo staff di effettuare un periodo breve di formazione in un’organizzazione di formazione o impresa ubicate in uno dei Paesi dell’Unione Europea “Programme Countries”

 

Mediante lo svolgimento di corsi, seminari, workshop il programma consente ai docenti di scambiarsi metodi di insegnamento e materiali didattici, di aggiornarsi sulla didattica offerta in altri atenei e di confrontarsi su temi comuni per lo sviluppo di programmi di ricerca, e allo staff amministrativo di scambiarsi le buone pratiche utilizzate nel lavoro presso gli uffici Erasmus/Relazioni Internazionali per meglio organizzare le attività di cooperazione future in modo da creare una notevole crescita professionale nei beneficiari stessi dalla quale trarranno beneficio anche gli studenti che usufruiranno a loro volta della mobilità.

Per i docenti la mobilità deve prevedere almeno 8 ore d’insegnamento e la durata dell’attività nell’Istituto partner non deve essere inferiore a 2 giorni mentre per lo staff la durata minima dell’attività è di 5 gg. Tali attività potranno essere svolte tra il primo giugno di un determinato anno e il trenta settembre dell’anno successivo.

I docenti dell’Università della Calabria interessati a svolgere la mobilità Erasmus dovranno proporre il programma d’insegnamento da svolgere nell’ateneo estero al direttore del dipartimento di appartenenza il quale, a sua volta, comunicherà all’Ufficio Speciale Erasmus i nominativi dei docenti prescelti per la mobilità per un determinato anno.

Per poter effettuare un periodo d’insegnamento e/o di formazione all’estero è necessario che ci sia un Accordo Inter-istituzionale Erasmus+ in corso di validità tra l’Unical e l’Istituto d’Istruzione Superiore straniero prescelto e che lo stesso includa la tipologia della mobilità da svolgere “Teaching mobility o Staff mobility” e, nel caso della docenza, anche il codice ISCED della disciplina di insegnamento del docente.

1 Non sono ammessi i dottorandi e tutti coloro che non hanno un contratto d’insegnamento, in corso di validità, con l’Università della Calabria


Prima della partenza il beneficiario dovrà stilare su apposita modulistica il programma da svolgere all’estero da essere approvato dall’ateneo di appartenenza e dall’Istituto di accoglienza e sottoscrivere presso l’Ufficio Speciale Erasmus dell’Unical l'Accordo di Mobilità che includerà, oltre alle date di svolgimento dell’attività presso un determinato Istituto, le modalità relative al rimborso delle spese sostenute per la mobilità.

Al rientro dalla mobilità Erasmus il beneficiario dovrà consegnare all’Ufficio Speciale Erasmus, l’autorizzazione a compiere la missione a firma del direttore del proprio dipartimento e/o dal Responsabile della struttura amministrativa di afferenza, il programma da essere svolto debitamente firmato dall’ateneo di appartenenza e da quello ospitante, il certificato attestante l’attività svolta (inclusivo della durata e del programma di mobilità) rilasciato dall’istituto ospitante, le ricevute delle spese sostenute all’estero per viaggio, vitto e alloggio e compilare on line, attraverso il sistema MTool+ sul sito della Commissione UE, il Rapporto Narrativo “EU Survey” sull’attività svolta.

 

Per ulteriori informazioni e per la modulistica si prega di far riferimento al personale dell’Ufficio Speciale Erasmus.