Logo Unical




come raggiungerci Mappe Rassegna Stampa Contatti

 

Musei
 

 
 

 

 


L’Italia è un museo a cielo aperto: è la nazione più ricca di storia e di preistoria.

Grandi sono i suoi tesori artistici e naturalistici e grandi sono i problemi che pone la loro tutela. Il Museo di Paleontologia ha lo scopo di introdurre il visitatore alla storia della Terra, conducendolo, attraverso le testimonianze fossili, in un immaginario viaggio nella preistoria, dagli albori della vita fino ai nostri giorni.

Il museo vuole contribuire alla conservazione ed alla valorizzazione del patrimonio paleontologico, che rappresenta l’unica testimonianza dell’evoluzione della vita nel passato geologico. Esso è strutturato in modo semplice e chiaro: si sviluppa attraverso una sequenza cronologica di espositori e di pannelli illustrativi che permettono a tutti la comprensione degli argomenti trattati. Negli espositori sono racchiusi i milioni di anni di storia della vita sulla Terra. Una storia che si può immaginare osservando con attenzione le forme fossili. Esse, pietrificate dal tempo, illustrano un racconto che ebbe inizio oltre 3 miliardi di anni fa.

Le collezioni comprendono reperti fossili di invertebrati di diversa età, provenienti sia dal territorio italiano sia da alcune località fossilifere mondiali, resti di vertebrati dal famoso sito di Cessaniti (VV) ed un dinosauro erbivoro Ouranosaurus nigeriensis.
 


Il Museo di Storia Naturale della Calabria ed Orto Botanico  è un’istituzione finalizzata alla promozione della cultura, concretizzata nell’attività di ricerca ed alla trasmissione del messaggio culturale, affidata alla divulgazione dei contenuti del Museo stesso.

Istituito con D.R. n. 548 del 27.02.2001, esso comprende quattro Sezioni e precisamente: l’Orto Botanico, la Sezione di Zoologia, la Sezione di Paleontologia e la Sezione  di Fitofarmacia (quest’ultima in fase di progettazione).

Le principali attività di ricerca, che si svolgono presso il Museo, rientrano nel campo della biosistematica, tassonomia, conservazione della Natura e biogeografia, con particolare attenzione al patrimonio naturale della Calabria.

Le ricerche sono volte all’approfondimento di specifici temi d’indagine riguardanti entità e gruppi critici della flora vascolare e della fauna, e sulle zoocenosi e le comunità vegetali di alcuni ambiti territoriale della regione.

Il Museo ed Orto Botanico, grazie alle conoscenze e alle competenze sviluppate, offre un qualificato servizio al territorio sia nel campo della divulgazione che in quello della progettazione avente come fine la conservazione della natura.

Il Museo collabora con il Dipartimento Ambiente della Regione Calabria, nell’ambito di attività che riguardano la gestione della Rete Natura 2000, per l’aggiornamento e la validazione scientifica dei dati.

Sono in atto, inoltre, collaborazioni con i Parchi Nazionali della regione, nell’ambito di progetti che riguardano l’incremento delle conoscenze naturalistiche nei parchi e la conservazione della natura.
 


Il riMUSEUM invita a visitare, vivere e interpretare il patrimonio educativo che custodisce. Obiettivo di ogni proposta è suscitare curiosità per il processo di gestione dei rifiuti, trasmettere entusiasmo per le azioni di raccolta differenziata, invitare ogni persona a scoprire e riflettere su quali comportamenti adottare quotidianamente in favore dell’ambiente.

I servizi educativi volti alla diffusione delle tematiche del rifiuto, dalla fase della produzione a quella dello smaltimento, sono indirizzati ad un pubblico variegato: studenti, insegnanti, adulti, formatori, tecnici, ecc. Il Museo si confronta sia con il visitatore occasionale sia con lo specialista di settore, offrendo proposte differenziate in risposta a caratteristiche, bisogni e aspettative diverse.

Durante le visite guidate i visitatori, attraverso l’osservazione e la narrazione, seguono un itinerario alla scoperta del mondo dei rifiuti, conoscendo i principali processi riduzione, riutilizzo, raccolta differenziata, incenerimento con recupero energetico e discarica, e formulando ipotesi sul loro funzionamento.

Particolare cura è rivolta al mondo della scuola attraverso la realizzazione di attività didattiche, strutturate in progetti e laboratori che creano situazioni di apprendimento stimolanti e coinvolgenti attraverso l'osservazione, la discussione, la sperimentazione per educare al conoscere attraverso l'esperienza.